venerdì, Giugno 14, 2024

Via Toledo, abbandono di rifiuti inerti: denunciato un 58enne

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Cronaca di Napoli: la Polizia Locale ha denunciato un 58enne per abbandono di rifiuti inerti nella centralissima via Toledo.

Questo il provvedimento preso nei confronti del responsabile dello sversamento avvenuto in via Toledo, angolo via San Giacomo. I fatti risalgono a ieri sera quando un cittadino ha realizzato un video di un uomo che, utilizzando a mò di carriola un bidone di proprietà ASIA destinato alla raccolta differenziata, trasportava mattonelle, pietre e altri materiali derivanti da opere di demolizione, sversandoli in pieno centro cittadino, fuori la sede storica del Banco di Napoli di via Toledo.

Il cittadino ha poi inviato il video e informato dell’accaduto il Comando di via De Giaxa della Polizia Locale che in tempo rapidissimi ha individuato il responsabile, R.C. cittadino Napoletano di 58 anni, residente ai Quartieri Spagnoli, già noto alle forze dell’ordine, con alle spalle numerosi reati, ultimo dei quali, un furto aggravato in un supermercato della zona. Gli Agenti si sono recati presso la sua abitazione e dopo averlo identificato gli hanno contestato i fatti della sera precedente ottenendone la conferma.

L’uomo ha dichiarava infatti di aver percepito un compenso di 15 euro da parte di una persona che non era più in grado di individuare, per lo smaltimento degli inerti. Dopo avergli notificato il verbale previsto per chi commette tali sversamenti, che prevede una sanzione di 500 euro, gli Agenti della Locale hanno invitato il soggetto a ripristinare lo stato dei luoghi, rimuovendo i rifiuti abbandonati sulla pubblica via, in buona parte già prelevati dall’ASIA intervenuta nell’immediato, per poi avviarli allo smaltimento come previsto dalla normativa comunale e dal codice dell’ambiente.

A carico di R.C., oltre alla notizia di reato depositata presso la Procura della Repubblica per il reato previsto dall’art. 256 del Testo Unico dell’Ambiente, sono scattate mirate verifiche circa l’eventuale percezione del reddito di cittadinanza.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie