Una mamma posta le foto shock della figlia in coma etilico per sensibilizzare i giovani

0
871

di Antonella Amato – Un appello disperato quello di una mamma su Facebook che ha deciso di postare le foto choc della figlia di 15 anni in coma a causa dell’abuso di alcol per sensibilizzare gli adolescenti in merito.

La notte di sabato scorso mia figlia di 15 anni mi ha chiesto di andare al cinema e di dormire a casa di amici. Ho detto di sì. Lei è sempre stata molto buona ed ha sempre comunicato con me. Ma i suoi piani sono cambiati quella notte e la serie di eventi che sono seguiti sono stati sconvolgenti. Ho ricevuto un messaggio da facebook nel quale c’era scritto che un amico aveva ricevuto una telefonata nella quale avvertivano che mia figlia Ryleigh Payton si trovava da qualche parte svenuta. Immediatamente ho provato a chiamare più volte il suo telefono senza ricevere risposta. Ho chiesto più informazioni al contatto che mi aveva inviato il messaggio, ma niente, nessuna risposta. Finalmente qualcuno l’ha soccorsa ed è stata portata subito in ospedale. Quando sono arrivata mia figlia era senza vita ed aveva la bava alla bocca. Era grave. I polmoni erano compromessi doveva essere intubata subito. Ho sofferto 14 lunghe ore supplicando e pregando per la vita di mia figlia. melissa 2Ho sperimentato il flashback dal momento in cui è nata, al suo primo sorriso e risata, la prima volta che ha detto Mamma, il suo primo passo, il suo 1 ° compleanno, il suo primo giorno di scuola, pigiama party, la malattia, la scuola media, i nostri momenti tra figlia e madre, ridere, scherzare, correndo, coccole e così via. Mia figlia era con un gruppo di adolescenti, hanno bevuto e si è sentita male. Gli amici presi dal panico erano scappati via ma fortunatamente una ragazza è rimasta con lei ed ha provato a chiedere aiuto. Non le importava di trovarsi nei guai, le ha salvato la vita. Così sto condividendo la nostra esperienza in modo che ogni adolescente che possa trovarsi in questa situazione sa che in un caso analogo non si troverà nei guai per chiedere aiuto !!!! Ha la possibilità di salvare una vita preziosa !!!!! Chiedo ai GENITORI di condividere questo post con i figli in modo che si rendano conto dei pericoli, che bere è devastante soprattutto alla loro età e di chiedere subito aiuto in caso di bisogno senza preoccuparsi delle conseguenze !!! Dopo 14 ore la mia bella figlia, per la grazia di Dio, ha aperto i suoi grandi bellissimi occhi verdi. Sta migliorando anche se il recupero sarà lungo a causa dei problemi respiratori, lesioni personali, per le cadute quando stava in stato di ebbrezza e le lacerazioni al suo occhio. Oggi è a casa. Grazie a tutti quelli che hanno aiutato gli altri miei figli e mio marito mentre ero in ospedale. Siamo benedetti! Si prega di condividere questo post per evitare che un altro ragazzo possa avere un’esperienza simile e che un altro genitore possa sopportare le mie stesse sofferenze. Non bisogna mai pensare che questo non poteva accadere a voi, perché è molto reale ed è ovunque !!! Le foto di mia figlia possono essere devastanti per alcuni, ma le nostre speranze sono nel condividere il nostro dolore che può essere utilizzato per prevenire e salvare i nostri ragazzi !!! Condividete la nostra STORIA”.