Ultimissime Calcio Napoli: No di Verdi, resta a Bologna

774
Ultimissime Calcio Napoli: No di Verdi, resta a Bologna

Dalle ultimissime calcio Napoli. Cosa si nasconde dietro il clamoroso rifiuto? Società e procuratori d’accordo ma il giocatore “non se la sente”. Giuntoli lavora per assicurare a Sarri l’esterno desiderato

Dalle ultimissime calcio Napoli è difficile capire quale strana alchimia negativa ci sia tra il Napoli ed i calciatori italiani. Non è la prima volta che vicini al traguardo, un calciatore dica di “no” e lo faccia dopo che le società ed i procuratori erano d’accordo. Negli ultimi anni ricordiamo i casi di Lapadula, Soriano, Astori. Tutti italiani. Sarà forse un caso?

Il Napoli ha difficoltà a inserire in “rosa” giocatori italiani e se consideriamo che Maggio è in scadenza di contratto e che Tonelli e Giaccherini, non giocando, vogliono andare via, il problema si complica in maniera esponenziale.

Problemi familiari per Verdi? Difficoltà a cambiare durante la stagione in corso? Ma, ditemi voi, chi rinuncerebbe ad andare a giocare in una squadra che è in testa alla classifica, che deve disputare l’Europa League, che ha necessità di trovare dapprima un vice Callejon ma che, nei prossimi  anni, dovrà anche sostituirlo degnamente? Chi rinuncerebbe ad un aumento di ingaggio del triplo sapendo di disputare, il prossimo anno, la Champions League?

Non venitemi a parlare di famiglia, fidanzate e roba del genere: le verità possono essere due; o Napoli non è una meta gradita per retaggi culturali insinuatisi come un cancro nella nostra penisola, oppure ci sono “giochi” di altre squadre che lavorano sporco.

Il Napoli è una società corretta: ha prima parlato con il Bologna, poi ha contattato il procuratore: si aspettava solo il sì del giocatore che non solo si è preso altre 24 ore di tempo oltre la vacanza ma che, in queste ore, ha addirittura rifiutato. Stranezze del calcio italiano e solo del calcio italiano.

Così il Napoli si ritrova ad avere i “sì” di calciatori importanti come Callejon, Higuain, Reina, Albiol… ma non è destinazione gradita per gli italiani: non è una considerazione, è un dato di fatto!

Dalle ultimissime del calcio Napoli i nomi per l’attaccante esterno si restringono a Deulofeu (c’è anche qui un accordo di massima col Barcellona) ma, nelle ultime ore, è trapelato il nome di Lucas del PSG. Il giocatore, chiuso da Neymar e Mbappè, vorrebbe più spazio. Trattativa, a mio avviso, difficilissima per l’alto stipendio che percepisce il giocatore.

Anche con il Sassuolo si è fatto un tentativo per Politano ma la società nero verde ha subito detto di no almeno fino alla fine del campionato.

In attesa di sviluppi sull’esterno, Napoli ed il Napoli incassano l’ennesimo rifiuto al trasferimento sul golfo. Caso personale? Giochi nascosti? La mia idea è un’altra ed è legata ad un retaggio culturale che relega Napoli ed il Sud ad essere mete sgradite ai calciatori italiani solo per “sentito dire” ed a causa di una città, raccontata sui giornali o da Gomorra , ben distante dalla realtà, dall’amore e dalla sensibilità di un popolo che tra mille e secolari problemi riesce sempre a vivere col sorriso sulle labbra ed ad amare la Vita.