Uragano Ophelia: gravi danni e vittime in Portogallo e Irlanda

1009

Grande apprensione in Portogallo e Irlanda per l’uragano Ophelia. Si contano già le prime vittime.

 di Maria Sordino – Ophelia, sceso da urgano a tempesta tropicale 1, ma comunque potenzialmente devastante, sta per arrivare sulle coste europee e la penisola iberica ne sta pagando le drammatiche conseguenze (leggi anche 2ANews.it del 15 ottobre). L’intera penisola è investita da venti fino a 130 chilometri orari che hanno alimentato incendi in particolare nella regione spagnola della Galizia. Qui si contano già numerose vittime. Stato di allerta anche in Irlanda: per cercare di limitare i danni le autorità locali hanno deciso oggi di chiudere le scuole in tutto il Paese. A ciclisti e motociclisti è stato fatto divieto di percorrere le strade. uragano opheliaIn Portogallo, la protezione civile è in stato di massima allerta: i venti provocati dall’uragano Ophelia hanno alimentato incendi che erano già in atto a causa delle elevate temperature e che hanno quasi certamente cause umane. I Canadair sono in azione dalle prime ore del mattino ma si spera anche in un aiuto da parte delle piogge previste oggi sulla costa atlantica, mentre gli esperti stimano che la forza dell’uragano possa attenuarsi nel corso della giornata. Tre le vittime bruciate in auto a causa del fuoco, delle 27 registrate finora nelle zone colpite.

In Irlanda, il livello di allerta è stato elevato da arancione a rosso, il massimo, per tutto il Paese. Soppressa anche la maggioranza dei traghetti tra Irlanda e Gran Bretagna. Il centro statunitense per gli uragani prevede che Ophelia possa portare dai 50 ai 70 millimetri di pioggia sull’Irlanda occidentale e in Scozia, con alluvioni e onde alte e distruttive sulla costa. L’allarme è stato diffuso anche all’Irlanda del Nord. Possibili blackout elettrici, pericolo di oggetti volanti, disservizi nei trasporti e nei segnali telefonici. Venti forti potranno interessare anche Scozia, Galles e Inghilterra.