Torre Annunziata, crollata palazzina di quattro piani

1052
Crollo Torre Annunziata, divieto di dimora per l'architetto

Una palazzina di quattro piani è crollata a Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Secondo le prime informazioni dei Vigili del fuoco, nel crollo ci sarebbero coinvolte due famiglie per un totale di otto persone.

Un boato improvviso, poi il crollo all’alba: un intero palazzo, per causa ancora da chiarire, si è sbriciolato questa mattina intorno alle ore 6 lungo la Rampa Nunziante, in zona Litoranea. Sul posto sono intervenuti polizia, carabinieri, vigili del fuoco, capitaneria di porto oltre ad almeno quattro ambulanze. All’interno del palazzo, al momento del crollo, c’erano diversi residenti, tra cui alcuni bambini: da un primo bilancio dei vigili del fuoco, otto persone sarebbero disperse, mentre una mamma e due bambini e riusciti a mettersi in salvo. A cedere il terzo e quarto piano della palazzina, dove risiedevano tre nuclei familiari. Sul posto anche una quindicina di cittadini volontari. Le forze dell’ordine stanno scavando tra le macerie a mani nude, si temono feriti o vittime. Dalle 6.45 è stato sospeso anche il traffico ferroviario tra Torre Annunziata e Santa Maria La Bruna (linea convenzionale Napoli-Salerno, via Torre Annunziata) per la presenza di calcinacci sui binari. In corso l’intervento dei tecnici di Rfi. Trenitalia ha comunicato che sono stati attivati autobus sostitutivi tra Torre Annunziata e Santa Maria La Bruna. E’ stata interrotta la linea Vesuviana che passa nei pressi della palazzina crollata. Diverse squadre dei Vigili del fuoco stanno già operando. Al momento sono state salvate dalle macerie un mamma con due bambini.