“Stesa” al rione Sanità: oltre 100 proiettili nell’ultimo periodo

76

L’intervento del presidente della II Municipalità di Napoli, Ivo Poggiani a Radio Crc, dopo l’ennesimo episodio al rione Sanità: “E’ una situazione preoccupante”.

“L’acquazzone di questa notte non ha creato molti problemi, a differenza della bomba d’acqua avvenuta la scorsa settimana. Il Comune ha preso la decisione di far gestire tutta la rete fognaria all’azienda incaricata. Ultimi colpi alla Sanità? Si inquadrano sempre all’interno di una lotta per la gestione dello spaccio”. Lo ha detto Ivo Poggiani, presidente della II Municipalità di Napoli, in diretta a `Barba&Capelli`, trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio Crc.

Decapitati i clan storici

“Al quartiere Sanità i clan storici sono decapitati, quindi c’è una rivendicazione, da parte dei clan del centro storico, per la gestione delle piazze di spaccio. Ciò che preoccupa è il numero enorme di proiettili. Siamo arrivati a ben 100 proiettili. Ciò che è accaduto a Genny non deve accadere più: sono davvero preoccupato. Qui si combatte l’ignoranza tutti i giorni. Bisogna stimolare il Ministero degli Interni, per incrementare la sicurezza e la lotta alle camorre”.