Sbagliano nave e il traghetto Napoli-Capri li riporta indietro: proteste a bordo

192
Sbagliano nave e il traghetto Napoli-Capri li riporta indietro: proteste a bordo

Clamorosa inversione di marcia del traghetto Napoli-Capri, dopo che alcuni passeggeri diretti a Ischia si erano accorti di aver sbagliato nave. Federalberghi: “Un episodio vergognoso”.

Ha dell’incredibile quanto accaduto su un traghetto Caremar partito ieri sera alle 19.10 da Napoli in direzione Capri, tornato indietro per permettere ad alcuni passeggeri (a bordo con un’auto di grossa cilindrata) di scendere dato che avevano preso la nave sbagliata: erano infatti diretti ad Ischia.

L’accaduto è stato denunciato da Federalberghi, che senza mezzi termini ha parlato di “episodio vergognoso”, tale da provocare ovviamente un forte ritardo sulla tabella di marcia del traghetto e le vibranti proteste dei passeggeri a bordo:

Secondo le testimonianze dei passeggeri a bordo riportate sia a voce che sui social direttamente dalla nave – si legge in una nota di Federalberghi – il traghetto è partito dopo aver atteso una misteriosa auto di grossa cilindrata che si è presentata all’imbarco di Calata di Massa con quasi mezz’ora di ritardo. Questi passeggeri dell’ultima ora ad un certo punto hanno realizzato di essere diretti verso l’isola sbagliata ed hanno chiesto, o preteso, di essere riportati a Napoli per provare a prendere un traghetto per Ischia. E il Comandante e la Compagnia hanno acconsentito nonostante le proteste dei passeggeri“.

Incredulo e arrabbiato anche Sergio Gargiulo, presidente di Federalberghi Isola di Capri, il quale ha commentato il fatto sottolineando che a suo parere per le Compagnie di navigazione “i cittadini isolani sono soggetti di serie B, costretti a ritardare il ritorno a casa o in hotel per porre rimedio all’errore di qualcuno che doveva stare da un’altra parte. Cose da pazzi“.