Sant’Antimo, ennesima aggressione al personale del 118: due denunciati

224
Salerno, bimbo di 6 anni muore schiacciato da una cisterna

A Sant’Antimo una dottoressa è stata aggredita da due uomini che pretendevano di salire a bordo dell’ambulanza per assiste il nipote 18 enne, coinvolto poco prima in un incidente stradale.

Sant’Antimo | Ennesima aggressione a personale del 118 nel Napoletano, ma questa volta finita con due persone denunciate dai carabinieri. Un 35 enne e un 43 enne, entrambi di Sant’Antimo e gia’ noti alle forze dell’ordine, devono ora rispondere di minacce, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. I due avevano chiesto l’intervento di un’ambulanza per assistere il nipote 18 enne, coinvolto poco prima in un incidente stradale. Quando sono arrivati i soccorsi, hanno preteso di salire a bordo dell’ambulanza; non gradendo il rifiuto del personale medico, il piu’ giovane dei due ha afferrato il braccio della dottoressa intervenuta e l’ha sbattuta a terra.

Il racconto dei fatti

Il 43 enne, invece, si e’ prodigato nel minacciare la donna, promettendole gravi ritorsioni se non avesse permesso loro di presenziare ai soccorsi. Impaurita, la dottoressa ha lasciato che i due entrassero in ambulanza e giunta al pronto soccorso ha dovuto anch’ella ricorrere alle cure di un collega, con 5 giorni di prognosi, per una contusione al ginocchio e alla spalla.