San Giorgio a Cremano: bruciato lo scooter del sindaco Giorgio Zinno

157
San Giorgio a Cremano: bruciato lo scooter del sindaco Giorgio Zinno

San Giorgio a Cremano: un incendio ha distrutto lo scooter del sindaco Giorgio Zinno (che in attesa del chiarimento delle cause scrive su Facebook: “Mai un passo indietro, su nulla!”).

Notte di paura a San Giorgio a Cremano, dove intorno all’1.30 un incendio ha distrutto lo scooter del sindaco Giorgio Zinno. Come riportato da “Il Mattino”, il rogo è avvenuto all’interno di un parco privato in via San Giorgio Vecchio, danneggiando anche altri due motorini e alcune automobili dei residenti parcheggiate una accanto all’altra. Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha comunque evitato guai peggiori e riportato l’area in sicurezza nel giro di un’ora.

Molto probabile che l’origine dell’incendio sia dolosa: su quanto accaduto stanotte stanno indagando i Carabinieri. La pista maggiormente accreditata resta quella dell’intimidazione politica, con i malviventi abili a sfruttare il fermento della movida di un vicinissimo locale per entrare in azione nella proprietà privata e dileguarsi senza dare nell’occhio.

In attesa dell’accertamento delle cause e delle dinamiche dell’incendio (molto importante sarà il contributo delle telecamere di videosorveglianza pubbliche e private nella zona), lo stesso Giorgio Zinno ha postato la foto dello scooter carbonizzato e commentato l’accaduto su Facebook, promettendo di andare avanti col suo operato: “Non abbiamo ancora risposte certe sulla dinamica e i “motivi”, ma una cosa è certa e sia chiara a chiunque: Mai un passo indietro, su nulla!!!”.

Immediate le manifestazioni di solidarietà sui social da parte delle Istituzioni dei Comuni limitrofi (come ad esempio il sindaco di Portici, Enzo Cuomo) e dei cittadini sangiorgesi.

Foto: pagina Facebook “Giorgio Zinno”