Ponticelli, omicidio per sancire l’alleanza tra i clan Sibillo e i Rinaldi

545
Ponticelli, omicidio per sancire l'alleanza tra i Sibillo e i Rinaldi

Ponticelli, alleanza sancita tra i clan Sibillo e i Rinaldi. Tra le due famiglie scambi di uomini e favori, con un duplice omicidio di mezzo.

Ponticelli, omicidio per sancire l'alleanza tra i Sibillo e i Rinaldi

Era iniziata come una battaglia contro un nemico comune, i Mazzarella che sconfinarono in quel di Forcella. Successivamente il sodalizio tra i Sibillo e i Rinaldi di Case Nuove si è rafforzato con scambio di uomini e mezzi. Ora i due clan hanno iniziato a collaborare nelle azioni criminali.

A Ponticelli infatti sono stati uccisi Raffaele Cepparulo e Ciro Colonna. Il primo era il bersaglio dei killer mentre il secondo è stato ucciso per errore, causato dalla mano poco ferma di uno dei due assassini.

Il gip Ferrigno fa sapere che sono noti i nomi di entrambi i killer e del mandante dell’omicidio di Ponticelli.

Ponticelli, omicidio per sancire l'alleanza tra i Sibillo e i Rinaldi

Raffaele Cepparulo è stato ucciso da Michele Minichini figlio del boss Ciro Minichini, in carcere al 41 bis dove sta scontando un ergastolo, e di Cira Cipollaro. Il killer di Ciro Colonna è invece Antonio Rivieccio detto Cocò, uomo del clan Sibillo che, secondo le testimonianze, ha colpito Ciro perchè al momento di sparare gli tremava la mano.

Cosi viene raccontato nell’ordinanza di custodia cautelare del gip Ferrigno, dove scopriamo anche che l’omicidio di Cepparulo è stato decretato da Ciro Rinaldi. Questa decisione è stata presa perchè, alcuni giorni prima, lui aveva fatto fuoco sia contro la sua abitazione sia contro l’abitazione di Cira Cepollaro.

Il tutto per mandare un segnale a Michele Minichini che avrebbe voluto uccidere per fare un favore ai De Micco ai quali si era legato da qualche tempo.