Napoli, professore suicida dopo le accuse di abusi: Il suo ultimo messaggio

415
Napoli, professore suicida dopo le accuse di abusi: aveva lasciato un biglietto

Cronaca di Napoli: l’ex professore del liceo Vico (suicidatosi dopo l’arresto in seguito alla denuncia di una ex studentessa) aveva lasciato un messaggio alla famiglia.

C’è ancora sconcerto per il suicidio di un ex professore del liceo Vico (uno dei più famosi di Napoli), il quale era finito agli arresti domiciliari per abusi sessuali su due studentesse. L’arresto era scattato dopo la denuncia di una delle sue due vittime minorenni, con le dichiarazioni della ragazza che avevano trovato riscontro nelle mail e nelle chat che aveva scambiato con il suo insegnante.

Come riporta “Il Corriere della Sera”, l’inchiesta sugli abusi è destinata a chiudersi, visto che l’articolo 69 del codice di procedura penale dispone che, in caso l’accusato muoia nel corso delle indagini preliminari, “il pubblico ministero chiederà al gip l’archiviazione del procedimento”.Napoli, professore suicida dopo le accuse di abusi: aveva lasciato un biglietto Resta però aperto il fascicolo sul suicidio, anche se non sembra ci siano dubbi circa le cause della morte, che verranno confermate solo dall’autopsia. L’uomo si era tolto la vita sabato pomeriggio, nella cantina di casa sua, sparandosi un colpo di pistola al torace. L’arma era detenuta regolarmente, ma non è chiaro il motivo per cui era stata lasciata nell’abitazione dell’uomo, dato che il prof era stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Prima di uccidersi, però, l’uomo ha lasciato un biglietto, contenente un messaggio privato, rivolto alla sua famiglia, che verrà loro consegnato dopo che gli inquirenti avranno finito di analizzarlo. Il biglietto è stato sequestrato dai magistrati e, secondo le prime informazioni, non conterrebbe nemmeno una parola contro chi lo ha accusato né riferimenti alle recenti indagini.