Napoli, Fuorigrotta: Una lite in famiglia tra cognati sfocia in accoltellamento

835
Napoli, Fuorigrotta: Una lite in famiglia tra cognati sfocia in accoltellamento

Napoli, Fuorigrotta: Tre cognati si accoltellano durante un litigio. I carabinieri eseguono decreto di fermo per un 27enne.

I carabinieri della Compagnia di Bagnoli hanno dato esecuzione a un decreto di fermo del Pubblico Ministero per tentato omicidio emesso dalla Procura di Napoli nei confronti di s.p., un 27enne del quartiere Fuorigrotta già noto alle forze dell’ordine.

Il 5 settembre, a mezzogiorno circa, i carabinieri erano intervenuti al pronto soccorso dell’ospedale “San Paolo” perché era appena arrivato un 29enne di Fuorigrotta ferito all’addome con un coltello.

In breve i militari hanno ricostruito l’antefatto ed hanno accertato che il 29enne era stato ferito in casa, durante una lite con il cognato.

I due da qualche settimana vivevano, con compagne e figli, nell’abitazione dei genitori del ferito, e l’affollamento in casa aveva generato attriti. Il ferimento è stata la conseguenze del duro confronto che si è scatenato nell’abitazione.

Ricostruito l’accaduto i carabinieri si sono messi alla ricerca del 27enne, mentre la vittima veniva operata, ma il ragazzo era irreperibile. Dopo cinque giorni i militari lo hanno stanato a Secondigliano da alcuni parenti.

Durante le indagini, coordinate dalla IV sezione della Procura della Repubblica di Napoli, è stato quindi fermato e tradotto in carcere.
Il G.I.P. ha convalidato la misura e confermato la sua permanenza in carcere.