Napoli, Bella ciao alla scuola “De Amicis” di Chiaia: recita blindata

293
Napoli, Bella ciao alla scuola “De Amicis” di Chiaia: recita blindata

Chiaia: durante la recita c’è stata all’esterno una manifestazione di protesta guidata dal dirigente leghista Paolo Santanelli, mentre all’ingresso della scuola c’era una camionetta dei Carabinieri.

Clamoroso quanto accaduto nella giornata di ieri nel quartiere napoletano di Chiaia, in occasione della recita natalizia dei bambini della scuola elementare De Amicis, dove i piccoli hanno cantato Bella ciao.

Come riporta “Il Mattino”, nei pressi della scuola c’è infatti stata una manifestazione di protesta guidata dal dirigente leghista Paolo Santanelli (genitore di un’alunna della De Amicis), con una camionetta dei Carabinieri davanti all’istituto.

Tale protesta segue le polemiche dei giorni scorsi sull’inno partigiano, scelto dalla scuola per la recita tematica sull’Unità d’Italia. Una scelta non andata giù a Santanelli, il quale si diceva disturbato dallo ”aver sorpreso” sua figlia a provare l’inno del partigiano in programma per la recita di Natale: “Giù le mani dai bambini e fuori la politica dalla scuola -aveva scritto su Facebook-. Non vorrei che questa decisione altro non fosse che una scelta ad hoc fatta per non turbare la sensibilità delle famiglie di religione musulmana che hanno i loro figli in quella stessa scuola. Sia però ben chiaro che non consentirò in alcun modo a mia figlia minorenne di cantare una canzone che evoca uno dei momenti più bui della storia d’Italia, scritta da vigliacchi senza patria e senza divisa che sparavano alle spalle ai veri soldati italiani”.

Le polemiche hanno spinto il collegio dei docenti a replicare con una lettera, spiegando le motivazioni dell’inserimento di Bella ciao nella recita: “È un canto di origine popolare che parla di patria, libertà, amore e coraggio. Tutti valori che non possono che unire“.

Napoli, maggioranza e sindaco cantano “Bella ciao” in Consiglio comunale

Le Idee vanno sempre difese

Pubblicato da Mario Coppeto su Giovedì 20 dicembre 2018

In segno di solidarietà con la scuola De Amicis, su proposta di Mario Coppeto (consigliere di Napoli Sinistra), la maggioranza, il sindaco Luigi de Magistris e gli esponenti della Giunta presenti in Consiglio comunale si sono alzati in piedi intonando Bella ciao, canzone simbolo della Resistenza partigiana al nazifascismo.