Meteo Campania: a Pasqua splende il sole, ma per la Pasquetta incombe il rischio pioggia

232
Meteo Campania: a Pasqua splende il sole, ma per la Pasquetta pioggia

Meteo Campania: il caldo di questi giorni resterà tale fino a domenica, quando si avranno le temperature più alte. Da lunedì cambia tutto, mettendo a rischio la classica gita fuori porta della Pasquetta.

Meteo Campania | Ci stiamo avvicinando a grandi passi alle tanto attese feste di Pasqua e, come normale che sia, cresce fortemente l’interesse verso le previsioni del tempo. Cerchiamo dunque di capire dove ci sarà il bel tempo e dove invece mancherà il sole nell`imminente weekend di Pasqua, infatti sarà proprio il sole che sarà capriccioso su alcune regioni. Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che le notizie sembrano discrete, in quanto, la presenza dell’annunciato Anticiclone africano, ci condurrà verso alcuni giorni di buona stabilità atmosferica e soprattutto di caldo in generale aumento. Sabato, vigilia di Pasqua, ad esempio, la configurazione meteorologica sarà orientata verso il bel tempo a parte qualche nuvoletta di passaggio sui rilievi alpini, dove, tuttavia, il rischio di pioggia si manterrà decisamente basso. Ma sarà anche un Sabato di caldo, in quanto, le temperature, cominceranno ulteriormente a salire fino a raggiungere valori quasi estivi, infatti al Centro-Nord si potranno toccare anche i 25°C. Alte le temperature anche al Sud.

Domenica di Pasqua invece, ecco che compariranno all’orizzonte alcune insidie. Ci saranno alcune zone infatti dove mancherà il sole e la giornata trascorrerà, di conseguenza, con uno scenario meteorologico diverso dalla Vigilia. Sul vicino Atlantico infatti, per la precisione sulla Spagna, un dispettoso vortice di bassa pressione si muoverà verso l’Algeria richiamando intensi e caldi venti di Scirocco verso l’Italia, i quali, potranno raggiungere anche i 100 km/h su Sardegna e Sicilia. Ma se da un lato, la Domenica di Pasqua, sarà probabilmente la giornata più calda specie per il Nord, dall’altro saremo costretti a fare i conti con una maggior nuvolosità, la quale, si andrà a concentrare specialmente sulle due Isole Maggiori, gran parte del Centro Italia e sull’estremo Nord Ovest. Fortunatamente, nonostante le nubi, il rischio di pioggia si manterrà comunque molto basso, o addirittura quasi nullo.

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it avverte però che nel giorno di Pasquetta la gita fuori porta potrebbe essere ostacolata dalle piogge, infatti è atteso un peggioramento del tempo su tutte le regioni con cielo spesso coperto e piogge che dall`Emilia e il Nordovest bagneranno entro sera quasi tutta l`Italia.

Nel dettaglio, le previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare.

SABATO 20: NORD – nuvolosita’ medio-alta alternata ad ampi spazi di sereno. CENTRO E SARDEGNA – estese velature anche spesse sulla Sardegna; dalla sera locali annuvolamenti compatti saranno accompagnati da isolati piovaschi. Sul resto del centro cielo poco nuvoloso, con un aumento graduale della copertura nuvolosa per nubi alte, a partire dalle regioni tirreniche; locali foschie o banchi di nebbia al primo mattino sulle valli del centro. SUD E SICILIA – cielo parzialmente nuvoloso sulla Sicilia per nubi di tipo medio-alte. Sul restante sud ampi spazi di sereno, con al piu’ transito di velature dal pomeriggio sulle aree tirreniche. TEMPERATURE: minime in lieve aumento su zone di pianura del nord, Marche, Abruzzo, Campania, Basilicata e Calabria, stazionarie sul resto del Paese; massime senza variazioni di rilievo sulle isole maggiori, in aumento altrove. VENTI: orientali da moderati a forti sulla Sardegna, da deboli a moderati sulla Sicilia; deboli settentrionali sul restante sud; deboli di direzione variabili altrove, con locali rinforzi da nord sulla Liguria. MARI: da molto mossi ad agitati mare e canale di Sardegna; molto mossi lo stretto di Sicilia e il Tirreno meridionale; mosso lo Jonio meridionale; poco mossi o al piu’ mossi i restanti mari.

DOMENICA 21: nubi alte e sottili che veleranno il cielo, con locali annuvolamenti su alpi occidentali, appennino centro meridionale e rilievi della Sicilia.