Lite condominiale finisce in accoltellamento, un arresto e un ferito a Napoli

242
Lite finisce in tragedia a Capaccio Paestum: 33enne ucciso a coltellate

Un giovane di 26 anni ha accoltellato il vicino di casa dei suoceri per motivi che risalgono a una lite condominiale: è accusato di tentato omicidio aggravato.

Lite condominiale | Dissapori tra condomini sono sfociati a Napoli in un accoltellamento. I carabinieri hanno arrestato per tentato omicidio un 26enne incensurato, L.P., che ora deve rispondere di tentato omicidio aggravato. L’uomo, ieri sera, mentre faceva consegne di cibo per l’azienda per cui lavora, ha incontrato, in un distributore di carburante in via Michelangelo, un 45enne che ha riconosciuto come persona che e’ in lite con i suoi suoceri. L.P. e la moglie, cosi’ come i suoceri vive nell’area di Pizzofalcone, a ridosso dei Quartieri Spagnoli. Inizialmente c’e’ stato un diverbio, poi e’ spuntato un coltello.

Il racconto dei fatti.

Il 26enne l’ha estratto e ha colpito il 45enne con due fendenti all’addome e al fianco sinistro. Il ferito e’ stato trasportato all’ospedale Cardarelli dove e’ tutt’ora ricoverato in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. I militari dell’Arma sono stati chiamati proprio da medici del nosocomio e nel giro di qualche ora hanno rintracciato L.P., arrestandolo e portandolo in carcere. Recuperato anche il coltello usato dall’aggressore, che l’aveva gettato in un cassonetto in piazza Medaglie d’oro.