Giuliano in Campania, sequestrato il ‘Diva Cafè’

647
Giuliano in Campania, sequestrato il 'Diva Cafè'

Giugliano in Campania:  i carabinieri sequestrano il locale ‘Diva Cafè’. Indagati i proprietari dei locali, responsabili della società e un tecnico.

I carabinieri delle Stazioni di Giugliano e Qualiano insieme a personale della polizia municipale hanno sottoposto a sequestro preventivo il “Diva Cafè”, un locale pubblico su via Pigna, su disposizione del Tribunale di Napoli Nord che ha concordato con risultanze investigative dell’arma.

Giuliano in Campania, sequestrato il 'Diva Cafè'

Il provvedimento è stato notificato a un uomo e una donna 77enni proprietari della struttura ospitante l’esercizio nonché a una 31enne e una 54enne, la prima amministratrice e l’altra socio accomandante, del bar Diva Cafè, che sono figlia e moglie di un 58enne ritenuto affiliato al clan camorristico dei “Mallardo”.

Coinvolto nelle indagini anche un geometra 31enne di Giugliano incensurato. Tutti sono indagati di abusivismo edilizio, violazione di sigilli e abuso d’ufficio per aver effettuato a partire dal 2005 diversi lavori edilizi formalmente assentiti da titoli abilitativi ma di fatto non realizzabili poichè l’intero immobile, un piano terra adibito ad attività commerciale e un primo piano adibito ad abitazione, sorge in area a destinazione agricola e sottoposta a vincolo paesaggistico e archeologico.

Inoltre le intere opere abusive sottoposte a sequestro mancano di ogni documento relativo all’autorizzazione sismica.