Clan Mazzarella, rapiscono innocente per recuperare debito di droga: 2 arresti

617
Clan Mazzarella, rapiscono innocente per recuperare debito di droga: 2 arresti

Cronaca di Napoli: due arresti nel clan Mazzarella. Vittima rilasciata dopo meno di 24 ore, mentre i Carabinieri sono alla ricerca dei complici.

Una brutta storia di Camorra arriva da Napoli, con protagonista il clan Mazzarella. Due affiliati dell’organizzazione criminale sono infatti stati arrestati dai Carabinieri del comando provinciale partenopeo: avevano rapito un innocente per recuperare un debito di droga del cognato (di 350mila euro). I due sono accusati di sequestro di persona a scopo di estorsione in concorso, aggravato dalle finalità e dal metodo mafioso.

I malviventi, all’arrivo dei militari, hanno rilasciato incolume il sequestrato nella zona della stazione ferroviaria centrale di Napoli. La vittima era stata prelevata presso la sua abitazione a Capua per poi condurla a Napoli.

Le indagini, coordinate e seguite personalmente dal procuratore capo di Napoli Giovanni Melillo, hanno permesso di risalire in meno di 24 ore agli autori del sequestro: era stata predisposta un’azione del Gis dell’Arma per liberare l’ostaggio, ma i rapitori lo hanno rilasciato. Il sequestro risale al 6 febbraio, mentre i fermi sono avvenuti all’alba dell’indomani.

Il gip ha convalidato i fermi e gli arrestati si trovano nel carcere di Secondigliano, mentre proseguono le indagini per rintracciare i complici dei due sequestratori.