“Business Appalti Pubblici”: 69 arresti tra politici e imprenditori

1061

La Guardia di Finanza di Napoli ha eseguito 69 ordinanze di custodia cautelare nell’ambito di una inchiesta per il controllo del business degli appalti pubblici. Tra i destinatari dei provvedimenti, anche politici ed imprenditori. Ecco l’elenco delle 18 gare di appalto pubblico oggetto dell’indagine.

Un sistema di corruzione a più livelli, è quello che è emerso dalle indagini della Guardia di Finanza di Napoli che ha portato all’arresto di 69 persone tra politici e imprenditori. Un’organizzazione che la fazione dei Zagaria e il clan dei Casalesi aveva strutturato per controllare il business degli appalti edilizi non solo a Caserta ma anche in altre parti d’Italia. Tra i destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare figurano anche professori universitari. I reati contestati a vario titolo sono di corruzione, turbativa d’ asta e concorso esterno in associazione mafiosa. L’indagine è stata condotta da un pool di cinque pm della Dda (Maresca, Giordano, Landolfi, Sanseverino, e D’Alessio) e coordinata dal procuratore aggiunto Borrelli. I destinatari   dei  provvedimenti   cautelari   sono amministratori   locali,  funzionari   pubblici, imprenditori, professori universitari, commercialisti, ingegneri e faccendieri”, i quali sono gravemente indiziati, a differente titolo, complessivamente di 13 reati di corruzione e di 15 reati di turbativa d’asta in relazione a procedure di appalto pubblico espletate in varie province campane, in alcuni casi aggravati dalla finalità il clan dei casalesi (gruppo Schiavone-Russo e gruppo Zagaria).

Si  tratta  di  un’operazione   che  rientra  nell’ambito   di  una  più  ampia  attività  di indagine riguardante 18 procedure appalti di pubblici, (Mostra d’oltremare, Comuni di Casoria, Pompei e San Giorgio a Cremano, Istituto scolastico E. Medi di Cicciano), Caserta (Consorzio Sannio Ali fano, A.Di.S.U. della Seconda Università degli Studi di Napoli, Comuni di Alife, Casapulla, Riardo, Francolise, Calvi Risorta e Rocca D’Evandro) e Benevento (Cerreto Sannita), destinatari di finanziamenti nazionali e comunitari.

Dall’indagine svolta dalla Guardia di Finanza di Napoli e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia, è emerso il coinvolgimento di un gruppo di “colletti bianchi” in grado di influenzare in maniera determinante l’aggiudicazione di gare d’appalto in favore di imprese “predesignate”, alcune delle quali riconducibili a soggetti vicini alla criminalità organizzata e, precisamente, al clan dei casalesi. In pratica i responsabili degli Enti interessati ad una contribuzione regionale si rivolgevano ad un professionista napoletano, l’ing. Guglielmo LA REGINA, affinché questi garantisse agli stessi il finanziamento dell’opera, sfruttando le sue personali  conoscenze  negli  ambienti politici della Regione Campania. L’ex assessore al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Campania – Pasquale SOMMESE – si impegnava, a sua volta, a garantire il finanziamento dell’opera (proposta dai responsabili degli Enti pubblici interessati) ed in cambio otteneva denaro ovvero sostegno elettorale; talvolta, quest’ultimo indicava espressamente il nominativo dell’imprenditore che avrebbe poi dovuto eseguire i lavori pubblici e che egli stesso aveva fatto finanziare. In questa ulteriore fase, lo stesso ingegnere, grazie  agli accordi con esponenti dei vari Ordini professionali di Napoli e Caserta, riusciva a far inserire nelle commissioni di gara soggetti a lui vicini e consenzienti, i quali, a loro volta, veicolavano l’aggiudicazione dei pubblici incanti alle ditte che erano state segnalate; tutto ciò, in cambio di dazioni e di promesse di somme di denaro e di altre utilità in favore di Sindaci, di funzionari degli enti appaltanti  e dei commissari di gara ovvero attraverso il conferimento di incarichi professionali in ulteriori procedure.

Elenco delle 18 gare di appalto pubblico oggetto dell’attività di indagine:

  1. Intervento di Completamento, Manutenzione Straordinaria ed Adeguamento dell’immobile da destinare a Casa dello Studente, sito in via Saporito, Aversa (CE). A.Di.S.U. della Seconda Università degli Studi di Napoli – Azienda Pubblica per il Diritto allo Studio Universitario.
  2. Lavori di restauro della Torre civica medievale in località Cerreto vecchio e riqualificazione dell’area circostante da adibire a parco archeologico all’aperto con rifunzionalizzazione Vecchia cabina idrica da adibire a museo-I Cerreto Sannita (BN).
  3. Realizzazione nuova condotta adduttrice dal pozzo comunale ed opere di risanamento della rete idrica comunale e l’allacciamento Comune di Casapulla (CE).
  4. Realizzazione di strutture complementari allo sviluppo ed al potenziamento dell’area Comune di Casapulla (CE).
  5. Realizzazione dell’impianto di cremazione in aderenza al cimitero comunale di Pompei (NA). Comune di Pompei (NA).
  6. Lavori di ristrutturazione finalizzati al risparmio energetico e all’attrattività degli spazi necessari per incrementare la qualità delle infrastrutture scolastiche dell’istituto 11E. Medi” di Cicciano (NA).
  1. Progettazione esecutiva e dell’esecuzione dei lavori di realizzazione dell’intervento denominato I(Nuove attrezzature atte ad ospitare funzioni della città capaci di restituire una peculiarità chiara al luogo: il Parco delle Arti” in Casoria (NA).
  2. Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di realizzazione dell’intervento denominato progetto di valorizzazione dell’Area della Gaiola e della Villa di Pollione a Posillipo e realizzazione del nuovo museo archeologico dell’area flegrea napoletana presso i padiglioni 7 ed 8 della Mostra d’Oltremare” in Napoli. Mostra d’oltremare e Comune di Napoli.
  1. Progettazione definitiva,  esecutiva,  direzione  dei  lavori  e  di   coordinamento  della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione dei lavori, relativi alla realizzazione  del nuovo museo archeologico di Alife. Comune di Alife (CE).
  1. Lavori di realizzazione del Nuovo Museo Archeologico Alife (CE).
  2. Servizio di direzione, misurazione e contabilità, assistenza al collaudo nonché coordinamento sicurezza in fase di esecuzione dei lavori e per l’affidamento dei  lavori, inerenti l’intervento 11Le Porte dei Parchi” [Comuni di Francolise (CE) – Ente Capofila; Alife (CE); Rocca d’Evandro (CE); Calvi Risorta (CE)].
  3. Lavori inerenti l’intervento denominato ((Le Porte dei Parchi”  [Comuni  di  Francolise (CE) – Ente Capofila; Alife (CE); Rocca d’Evandro (CE); Calvi Risorta (CE)].
  4. Nomina di due figure di supporto al RUP, nell’ambito dell’intervento denominato ((Le Porte dei Parchi” [Comuni di Francolise (CE) – Ente Capofila; Alife (CE); Rocca d’Evandro (CE); Calvi Risorta (CE)]
  5. Lavori di consolidamento e messa in sicurezza della facciata Nord-Ovest e locali interni del Castello Medioevale del Comune di Riardo. Comune di Riardo (CE).
  6. Progetto ((la terra delle acque” rete di itinerari tra storia e natura – mostra evento sulle potenzialità della rete degli attrattori costituita da borghi, castelli ed aree naturali nei territori compresi tra alto casertano e Comune di Riardo (CE).
  7. Lavori di completamento, ristrutturazione ed adeguamento alle norme dell’impianto sportivo polivalente del comune di Comune di Riardo (CE).
  8. Lavori di ristrutturazione, telecontrollo e automazione degli impianti irrigui del comprensorio della Valle Telesina – progetto esecutivo i Consorzio di bonifica del Sannio Alifano (CE).
  9. Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori per il completamento del restauro di Villa Bruno recupero funzionale parco e area ex fonderia – II Comune di San Giorgio a Cremano (NA).  ·