Bimba rom di 4 anni violentata a Napoli, lo zio confessa gli abusi

394
Cronaca di Caserta, sorelline picchiate e lasciate senza cibo a Bellona

La madre della bimba rom violentata a Napoli era stata la prima a fare il nome dell’uomo, che, inizialmente, ha negato un suo coinvolgimento nella vicenda, ma poi, dopo un lungo interrogatorio, ha confessato.

Il suo nome lo aveva fatto la madre, dopo aver ascoltato il racconto della piccola bimba rom, un resoconto di quanto accaduto ripetuto anche in forma protetta agli inquirenti. Le forze dell’ordine sono andati a prenderlo al campo rom dove vive, ma lui in un primo tempo si era professato innocente. Questa notte, pero’, dopo un lungo interrogatorio, ha confessato di aver violentato sua nipote di 4 anni, causandole delle lesioni interne.

Il fatto è avvenuto lo scorso 9 aprile alla periferia di Napoli

E’ stato arrestato cosi’ l’autore degli abusi ai danni di una bimba di 4 anni, ai margini di in un campo rom alla periferia di Napoli lo scorso 9 aprile. La madre della vittima l’aveva portata nell’ospedale pediatrico Santobono perche’ aveva visto delle perdite ematiche. Da li’ e’ stata ricoverata al policlinico Federico II per accertamenti ed e’ ancora tenuta sotto osservazione e con sostegno psicologico.