Assalto a un furgone portavalori: conflitto a fuoco sul raccordo Avellino-Salerno

398
Assalto a furgone portavalori: conflitto a fuoco sull'Avellino-Salerno

Ancora non è stato quantificato il valore del colpo messo a segno questa mattina da un gruppo di rapinatori, che ha scatenato un vero e proprio far-west contro gli agenti intervenuto.

Se il colpo e’ andato a segno, soltanto una piccola parte del carico e’ stata rubata dal commando che questa mattina ha assaltato un furgone portavalori dell’istituto di vigilanza Cosmopol di Avellino, diretto alla Banca d’Italia con 8 milioni di euro in contanti e valori. Il bottino non e’ stato ancora quantificato, ma il cassone era ben protetto e il gruppo, che si e’ appostato con tre auto e un furgone lungo il raccordo Avellino – Salerno tra le uscite di Atripalda e Serino, poco prima della galleria di Monte Pergola, non e’ riuscito ad accedere agli scomparti blindati.

L’azione e’ scattata intorno alle 9 di questa mattina. I rapinatori hanno cosparso di chiodi a tre punte il raccordo in direzione Salerno, hanno poi affiancato e costretto un’autocisterna che trasportava carburante a mettersi di traverso per bloccare la carreggiata. Poi hanno dato fuoco ai loro veicoli e hanno assaltato il portavalori rimasto intrappolato.

I rapinatori erano armati di pistole e fucili kalashnikov

Una pattuglia della polstrada di Avellino, in servizio sul raccordo, ha raggiunto subito la zona e gli agenti hanno cercato di bloccare i rapinatori, forse una decina in tutto armati di pistole e fucili kalashnikov. Ne e’ nato un conflitto a fuoco e i due agenti della polstrada non hanno esitato ad affrontare il commando che pero’ ha rubato l’auto di una donna rimasta intrappolata nel blocco creato dai rapinatori.

Tutti sono riusciti a fuggire uscendo dallo svincolo di Serino per poi dileguarsi. Due elicotteri di polizia e carabinieri stanno sorvolando tutta l’area compresa tra il monte Terminio e la valle dell’Irno alla ricerca dei rapinatori. Nonostante l’azione spericolata non ci sono stati feriti ma soltanto tanti automobilisti spaventati rimasti bloccati a lungo anche tra le fiamme dei veicoli. Sul posto anche i vigili del fuoco del comando provinciale di Avellino che hanno spento i roghi.