A Fuorigrotta due immigrati pulisco le strade in cambio di un sorriso

716
A Fuorigrotta due nigeriani pulisco le strade in cambio di un sorriso

Alfred è in Italia da più di 8 anni e nel quartiere di Fuorigrotta a Napoli si è inventato un lavoro in cambio di pochi spiccioli e un sorriso.

di Luigi Cocozza – I due giovani sono nigeriani e puliscono le strade nel quartiere Fuorigrotta da immondizia ed erbacce. Oggi sono stati notati dai residenti di via Attilio Regolo, strada che collega via Giulio Cesare e viale Augusto.

I due giovani si dividevano il lavoro nella pulizia dei margini stradali, dei marciapiedi e delle aiuole. Il primo ripuliva le zone verdi adiacenti alla pista ciclabile a viale Augusto utilizzando una scopa, l’altro eseguiva la medesima pulizia in via Attilio Regolo ai lati della strada al di sotto del marciapiede. I residenti hanno accolte molto bene questa iniziativa volontaria dei due giovani offrendo loro bottiglie d’acqua e qualche spicciolo.

Alfred ha 39 anni, è un nigeriano che abita a Castel Volturno, in provincia di Caserta. In Italia è arrivato nel 2008, a bordo di un barcone, approdato a Lampedusa. Ha tre figli e una moglie.

È stato un viaggio terribile con altri come me”, dice abbassando lo sguardo. “Ma adesso ho casa a Castel Volturno – racconta – ogni mattina prendo il bus e vengo qui. Avevo visto che questa strada era sporca ed ho deciso di pulire“. I passanti sembrano apprezzare il gesto e lasciano qualche moneta, dopo avergli rivolto qualche parola di conforto e un sorriso. “Ci sentivamo abbandonati – dice una coppia di anziani, lui pensionato, lei casalinga – neppure il Comune di Napoli fa quello che sta facendo lui. È una cosa buona”.

«Quando non si lavora si diventa deboli – dice Alfred – e quando sei debole puoi fare del male. Allora finisci nelle strade per la droga, per rubare. Ma se hai qualcosa da fare allora non lo fai il criminale. Per questo ho iniziato a pulire questa strada. E prego Dio che venga qualcuno che mi aiuti a lavorare, perché è questo quello che mi piace fare».

Infatti i due volontari per ricevere in cambio qualche donazione dai passanti hanno apposto un piattino con sopra scritto: “Desidero integrarmi nella vostra bella città senza chiedere l’elemosina. Giusto un contributo di 50 cent per mio lavoro come offrire un caffè. Buste, scope, palette e altro materiale per la pulizia sono ben accette. Ma anche un sorriso, quello è gratis. Grazie!”.

 

A Fuorigrotta due nigeriani pulisco le strade in cambio di un sorriso