A Luglio riapre la stazione Fuga della Funicolare centrale

1785

La stazione di piazza Fuga della Funicolare centrale, riaprirà i battenti, come comunicato oggi dai tecnici, al massimo entro il prossimo primo luglio. Ecco le novità.

Ancora poco più di un mese di lavori nei cantieri della Funicolare centrale, secondo le valutazioni fornite oggi dai tecnici di Anm (Carlo Ferrentino, direttore dei lavori e responsabile di esercizio delle funicolari) e Leitner (Giuliano Zanotti, direttore tecnico del cantiere), società appaltatrice degli interventi di revisione generale ventennale, previsti dalla legge, e finalizzati al rinnovo e all’adeguamento tecnico dell’impianto. La commissione Infrastrutture, dopo i due sopralluoghi compiuti nei mesi di ottobre e gennaio scorsi, ha fatto il punto sugli ultimi passaggi necessari alla ripresa dell’attività dell’esercizio. Al momento non è ancora iniziata la fase di pre collaudo interna, preliminare a quella di collaudo vero e proprio che sarà effettuata con la partecipazione dei tecnici dell’Ustif (Ufficio speciale trasporti a impianti fissi) del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, competenti al rilascio del nullaosta all’entrata in servizio dell’impianto. Procedono parallelamente invece, in tutte le stazioni, le opere di restyling estetico, dalla ritinteggiatura delle pareti alla ripulitura delle lampade, operazioni che per alcuni passaggi hanno visto anche il coinvolgimento della Soprintendenza. Di grande impatto, tra le ultime novità, la nuova copertura di lastre in policarbonato trasparente della stazione vomerese, che consente l’ingresso della luce naturale con un prevedibile e notevole risparmio energetico. In attesa degli ultimi passaggi tecnici obbligatori, restano ancora da risolvere alcuni nodi, a partire da quello del pagamento delle restanti quote di saldo alla Leitner, alla quale sono stati finora liquidati due milioni e settecentomila euro su una somma complessiva di sette milioni, e quello dell’impianto elevatore per la stazione Petraio, che richiederà tempi piuttosto lunghi per il coinvolgimento di diversi enti e la necessità di adozione di una variante urbanistica. Nel frattempo, per l’accesso alla stazione intermedia delle persone diversamente abili, sarà possibile utilizzare l’impianto servoscala appositamente ripristinato. I consiglieri intervenuti hanno espresso apprezzamento per l’andamento dei lavori e il presidente Simeone ha assicurato, a nome della commissione, una rapida interlocuzione con l’assessore al Bilancio per lo sblocco dei pagamenti a favore della Leitner.