Garigliano, è giallo: riemerso dal fiume il cadavere di una donna

214
Garigliano, è giallo: riemerso dal fiume il cadavere di una donna

Cronaca di Caserta: è giallo dopo il ritrovamento del cadavere di una donna (forse incinta) alla foce del fiume Garigliano.

È giallo dopo il ritrovamento nella giornata di ieri, giovedì 10 ottobre, del cadavere di una donna alla foce del Garigliano, nel territorio di Sessa Aurunca. Il corpo della donna (tra i 30 e i 40 anni e molto probabilmente incinta) era sulla sponda del fiume, incastrato tra gli arbusti.

Il cadavere è stato notato da un uomo di passaggio, che ha subito allertato le forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti i sommozzatori dei Vigili del Fuoco e i Carabinieri della Compagnia di Sessa Aurunca, oltre al magistrato della Procura di Santa Maria Capua Vetere. La donna non aveva addosso documenti, mentre gli inquirenti sono al lavoro per capire se si tratta di una giovane italiana o dell’Est Europa.

L’autopsia stabilirà le cause del decesso, anche se da un primo esame esterno non sarebbero evidenti segni di morte violenta. Tuttavia, il tempo di permanenza in acqua potrebbe aver alterato lo stato dei tessuti cancellando delle tracce.

Da stabilire, oltre alle cause del decesso, se la donna sia morta nelle vicinanze del punto in cui è stato ritrovato il corpo o se sia caduta in acqua e annegata in una zona distante, per essere poi trascinata dalla corrente fino agli arbusti dove è rimasta incastrata.