Carabiniere travolto da treno durante inseguimento, già libero uno dei ladri

454
Carabiniere travolto da treno durante inseguimento, già libero uno dei ladri

Cronaca di Caserta: disposto l’obbligo di dimora per uno dei quattro malviventi che il Carabiniere Emanuele Reali stava inseguendo prima di essere ucciso da un treno in corsa.

Il giudice ha disposto l’obbligo di dimora per uno dei quattro ladri che il Carabiniere  Emanuele Reali stava inseguendo a Caserta, col militare 34enne poi travolto e ucciso da un treno in corsa. Come riportato da “Il Mattino”, per il 22enne Cristian Pengue (incensurato) è stato infatti disposto l’obbligo di dimora a Napoli, dove risiede, nella zona del rione Traiano.

Pengue ha fatto da “palo”, mentre gli altri ripulivano una casa di via Alfieri, a poca distanza dal binario dove, nella serata di martedì, si è consumata la tragedia. Avevano ricetrasmittenti, armi giocattolo e arnesi da scasso.

Decisi invece i domiciliari per gli altri due soggetti fermati della banda di topi d’appartamento (Pasquale Reale e Salvatore Salvati), mentre il quarto componente (quello inseguito dal vicebrigadiere dell’Arma) è tuttora in fuga. I carabinieri del comando provinciale di Caserta, diretti dal colonnello Alberto Maestri, intendono continuare ciò che il loro collega ha cercato di portare a termine a tutti i costi, fino a rimanere ucciso.

Accusati di furto pluriaggravato e resistenza, i tre indagati torneranno in udienza a dicembre. Hanno chiesto i termini a difesa. I funerali di Emanuele Reali si svolgeranno domani: proclamato il lutto cittadino a Caserta.