Capotreno chiede il biglietto a un passeggero e viene aggredito

166
Capotreno aggredito con un pugno in faccia dopo aver chiesto il biglietto

Il capotreno aggredito è stato colpito con un pugno in faccia alle prime ore di questa mattina da un giovane extracomunitario cui aveva chiesto di esibire il titolo di viaggio.

Capotreno aggredito | Un capotreno in servizio sul convoglio della ferrovia regionale Eav della linea Napoli-Piedimonte Matese (Caserta), è stato aggredito questa mattina da un ragazzo, cui il dipendente aveva chiesto il biglietto durante i consueti controlli sul treno. Lo straniero è stato poi fermato e arrestato da appartenenti alle forze dell’ordine che erano sul convoglio per raggiungere il posto di lavoro. Il fatto è avvenuto intorno alle 6.40 tra le stazioni casertane di Maddaloni e Cancello.

Decisivo è stato l’intervento di un poliziotto, un finanziere e un carabiniere che hanno assistito alla scena, mentre aspettavano di raggiungere Napoli.

Secondo quanto riferisce il presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio, lo straniero, alla richiesta di esibire il tagliando, ha dato in escandescenza aggredendo prima verbalmente il capotreno, quindi sferrandogli un pugno in faccia. Alla scena hanno assistito un carabiniere, un poliziotto e un finanziere che dovevano raggiungere Napoli, che sono immediatamente intervenuti bloccando l’aggressore.

Alla stazione di Cancello il migrante è stato fatto scendere ed è stato preso in consegna dai poliziotti della Polfer.