mercoledì, Febbraio 8, 2023

Trent’anni di storia per la Galleria Toledo con la nuova sofferta stagione

- Advertisement -

Notizie più lette

Giuseppe Giorgio
Giuseppe Giorgio
Caporedattore, giornalista professionista, cura la pagina degli spettacoli e di enogastronomia

La direttrice artistica, Laura Angiulli, ha anticipato i temi e gli spettacoli del prossimo sofferto cartellone. Si partirà il  27 ottobre con il progetto “La Congiura” con due opere di William Shakespeare.

Il mondo dello spettacolo, sia pure in subbuglio e gravemente minacciato dall’avanzata del famoso e temibile virus, non accetta la resa,  tant’è che a unirsi alla compagine di chi non intende fermarsi, c’è anche lo Stabile d’Innovazione “Galleria Toledo”. L’emblematico spazio dei quartieri spagnoli che nel celebrare i suoi trent’anni di attività, con la direttrice artistica, Laura Angiulli, ha anticipato i temi e gli spettacoli del prossimo sofferto cartellone.

“È una stagione che nasce sull’incertezza – ha spiegato la paladina dello spazio, Angiulli– e, nell’impossibilità di fare dal vivo il consueto lavoro con scuole superiori e università, abbiamo voluto dare un segnale significativo attraverso un programma di ‘formazione’, finestra di dialogo con giovani generazioni e pubblico di raffinata sensibilità. Un scelta che coincide con il trentesimo anno di Galleria Toledo, e con la volontà di riaffermare il sentimento che ne accompagnò gli inizi.

Trent'anni di storia per la Galleria Toledo con la nuova sofferta stagione
Laura Angiulli

Nata come punto di riferimento per i “ragazzi” anni ’90, alcuni dei quali sono oggi importanti figure del parterre culturale nazionale, la Galleria Toledo è sempre riuscita a tenere in piedi il teatro e la sua identità, e anche il nuovo cartellone intende confermarsi come un’ opportunità di osservazione in vari ambiti artistici”.

Con queste premesse e la direzione organizzativa di Rosario Squillace, in via Concezione a Montecalvario, nel rispetto delle norme anti covid, si partirà il prossimo 27 ottobre con il progetto “La Congiura” firmato dalla stessa Angiulli e prodotto dal Teatro, con due opere di William Shakespeare: “Giulio Cesare” (27-31 ottobre) per una riflessione politica sulla società e le sue derive e “Antonio e Cleopatra” (16-22 novembre) nel nome del dramma politico e della sconfitta del mal riposto amore.

A seguire, spazio ai protagonisti della scena italiana, come i registi Premio Ubu Massimiliano Civica e Sandro Lombardi, Alessandro Benvenuti, Massimo Verdastro, la regista ‘vocale’ Chiara Guidi, il pianista Antonio Ballista, la cantautrice Violetta Zironi e, tra i tanti altri interpreti, Claudio Ascoli, Paolo Calabresi, Ginestra Paladino e Giovanni Battaglia, insieme ai napoletani Lino Musella, Aniello Arena, Agostino Chiummariello, Pietro Pignatelli e Alessandra D’Elia.

In programma, allestimenti da Shakespeare, Gadda, Buzzati, Collodi, Viviani, Nabokov e Muller. E ancora, produzioni originali di Galleria Toledo, con la storica collaborazione di Cesare Accetta per il disegno luci e di Rosario Squillace per la scenografia, insieme al ritorno degli spettacoli di successo della scorsa stagione e al recupero di quelli forzosamente rinviati.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie