giovedì, Febbraio 2, 2023

Torino, neonato morto per una polmonite: aperta inchiesta

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Torino: la Procura ha aperto un’inchiesta sulla morte di un neonato di 20 giorni (dimesso dall’ospedale “Maria Vittoria” dopo che gli era stata diagnosticata una rinite).

La Procura di Torino ha aperto una inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti a seguito della morte, avvenuta sabato 2 febbraio, di un neonato di appena 20 giorni.

Il piccolo era stato visitato all’ospedale Maria Vittoria per forti attacchi di tosse e svenimenti. Dimesso con la diagnosi di rinite (per cui era stato prescritto aerosol) e l’indicazione di un controllo del medico “entro le prossime 48 ore”.

La mattina del 2 febbraio il bimbo è svenuto. I genitori, che abitano a Torino, hanno chiamato il 118, ma il piccolo è morto poco dopo essere arrivato all’ospedale. L’autopsia ha evidenziato una polmonite “ab ingestis”, provocata da un virus entrato nei polmoni e residui di latte. I genitori chiedono giustizia per questa immane tragedia. Anche l’ospedale Maria Vittoria ha avviato un’inchiesta interna.

Prof.ssa Susanna Esposito: “Sarebbe stato opportuno il ricovero”

Sarebbe stato opportuno il ricovero, considerata l’età e i sintomi: questo il parere della Prof.ssa Susanna Esposito, ordinario di Pediatria all’Università di Perugia e presidente di Waidid, associazione mondiale malattie infettive e disordini immunologici:Torino, neonato morto per una polmonite: aperta inchiestaLe linee guida internazionali e nazionali -ha dichiarato Esposito a “Repubblica”- prevedono comunque il ricovero nel primo mese a fronte di sintomi respiratori anche lievi. Infatti, soprattutto nei mesi invernali, una semplice rinite può rappresentare l’esordio di una bronchiolite o di una polmonite“.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie