30-11-20 | 23:47

Terzigno, trovati 2000 capi d’abbigliamento e 7000 mascherine contraffatte: denunciata una 70enne

Home Cronaca di Napoli Terzigno, trovati 2000 capi d’abbigliamento e 7000 mascherine contraffatte: denunciata una 70enne
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
55f753ac4fd0bf9dc9150b50d12da632?s=120&d=mm&r=g
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Terzigno: i Carabinieri hanno trovato in un deposito 2000 capi di abbigliamento e 7000 mascherine. Era tutto contraffatto e destinato ai bambini.

Servizi di controllo del territorio disposti dai Carabinieri del comando provinciale di Napoli nei territori di Terzigno e Boscoreale. I militari della compagnia di Torre Annunziata hanno setacciato le strade dei due comuni eseguendo perquisizioni su tutto il territorio.

A Terzigno, denunciata per contraffazione una 70enne del posto. I carabinieri della sezione operativa della compagnia di Torre Annunziata hanno controllato un deposito in via Zabatta intestato alla donna. Considerevole il bottino rinvenuto e sequestrato la notte prima della riapertura delle scuole: 2mila capi di abbigliamento contraffatti per bambini e quasi 7mila mascherine – non a norma e con marchi palesemente falsi – destinati ai più piccini.Terzigno, trovati 2000 capi d’abbigliamento e 7000 mascherine contraffatte: denunciata una 70enne A Boscoreale i carabinieri della sezione radiomobile e della locale stazione – insieme ai vigili del fuoco – hanno rinvenuto e sequestrato 2 bilancini di precisione, del materiale per il confezionamento della droga, 11 proiettili ed un bossolo cal. 9×21 Luger e 600 grammi di marijuana.

Di questi, 400 grammi erano già suddivisi in dosi e pronti alla vendita. Era tutto nascosto nelle aiuole pubbliche di via Settetermini ed è stato utilizzato un escavatore tra le abitazioni presenti. I servizi continueranno nei prossimi giorni.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Singapore, un bambino nasce con anticorpi contro Covid-19

Coronavirus: un bambino nasce con anticorpi contro Covid-19 e diventa un caso da manuale. Nato il 7 novembre al Singapore National University Hospital, il...

Castellammare: Controlli sul territorio. Tre arresti e sanzioni. I NOMI

Servizio di controllo del territorio a Castellammare di Stabia disposto dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli: 3 arresti e 9 sanzioni anti-covid. I Carabinieri...

Il Teatro San Carlo è online: già 1300 spettatori per la “Cavalleria Rusticana”

Per il Teatro di San Carlo in streaming prossimo appuntamento il 10 dicembre a partire dalle ore 19.00 con un Gala Mozart Belcanto e concerto...

Coronavirus in Campania, i dati del 29 novembre: 1.626 nuovi positivi e 1.843 guariti

Si alza di poco la curva dei contagi da Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 29 novembre dell'unità di Crisi regionale riporta 1.626...

Non è l’Arena, Massimo Giletti e il Vesuvio che erutta Covid: scoppia la polemica

Massimo Giletti è finito al centro delle polemiche per lo sfondo apparso durante la trasmissione "Non è l'Arena" che vede il Vesuvio eruttare il...