Successo per gli Scavi di Ercolano, con un incremento del 33% di visitatori

1093
Ercolano, al via Herculaneum Experience. Date e orari visite

Ancora una volta gli Scavi di Ercolano hanno fatto registrare un afflusso insolito e confortante di turisti provenienti da tutto il mondo.

La fine di questo mese di dicembre del 2017, il Parco Archeologico di Ercolano ha fatto registrare un incremento del 33% del numero di visitatori, rispetto all’anno scorso. Erano stati infatti 2.358 i turisti degli scavi di Ercolano il 29 e il 30 dicembre del 2016 e se ne sono contati invece 3.502 negli stessi giorni del 2017.  E’ il traguardo raggiunto per questa fine d’anno, “il trend di crescita che punto a mantenere per il prossimo nuovo anno” queste le parole del Direttore del Parco, Francesco Sirano. “Il Parco Archeologico di Ercolano si conferma meta prescelta in questi giorni di vacanza ed il 2018 saprà stupire i visitatori che lo sceglieranno come propria destinazione con un’offerta ancora più ricca e articolata. Tenendo sempre d’occhio la tutela del bene culturale, si punterà alla valorizzazione del patrimonio con un’offerta rivolta ai visitatori che verranno da lontano e a coloro che condividono sul territorio questo gioiello che parla del loro passato. E’ con orgoglio che posso dire che è l’archeologia intera che si dimostra la protagonista della richiesta e dell’offerta culturale della Campania; il dato in crescita registrato nei principali attrattori della provincia e della città partenopea dimostrano che la gestione manageriale che il Ministero ha pensato per tali luoghi è la svolta per la loro valorizzazione e sviluppo”. Una realtà quindi che non solo funziona, ma che continua ad incrementare visite sempre più numerose non solo di turisti stranieri, ma anche di cittadini della stessa Campania, sempre più attratti dalla antichissima storia millenaria di questi siti che per prestigio e studio, sono unici al mondo. Insieme agli Scavi di Pompei, Ercolano è certamente una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo, che fanno di Napoli e dintorni, un patrimonio di inestimabile valore storico-archeologico. Infatti, da un po’ di anni a questa parte, i siti di questo genere sono letteralmente presi d’assalto, perché continuano ad esercitare quel fascino che solo in Campania e a Napoli è cosi vivo e prezioso, tanto da suscitare sempre nuove, rinnovate emozioni. Ecco cosa visitare a Napoli