Sposa bambina salvata dagli utenti di Facebook

0
497

In Marocco il matrimonio tra un 27enne e una sposa bambina di 13 anni viene bloccato grazie alle segnalazioni degli utenti di Facebook.

di Maria Sordino In un tempo in cui il web e i social sembrano aver annichilito le menti e le coscienze di molti, proprio dal web un’ondata di indignazione riesce a salvare una bambina di 13 anni dal suo atroce destino di “sposa bambina”. È successo a Tetouan, cittadina di 400.000 abitanti nel Nord del Marocco dove, grazie alle foto postate dagli invitati alla cerimonia e diventate virali, il matrimonio tra un 27enne e una 13enne è stato interrotto dalla polizia locale. sposa bambinaNelle immagini postate su Facebook, tra torta, fiori e parenti, si vedeva anche la sposa in abito bianco che aveva i tratti di una bambina. Gli utenti della rete a decine hanno segnalato alle autorità che quella sposa sembrava un po’ troppo giovane. Così 11 agenti hanno fatto irruzione, la festa è stata bruscamente interrotta e centinaia di invitati sono stati spediti a casa. La madre della bambina ha prima provato a giustificarsi, sostenendo che la figlia era consenziente poi, quando gli agenti le hanno fatto notare che stava andando contro la legge, ha cambiato versione e ha detto che si trattava soltanto di una festa di fidanzamento. Il Marocco infatti, 11 anni fa, ha aderito alla Convezione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, condannando il matrimonio sotto i 18 anni e risultando all’avanguardia rispetto agli altri paesi culturalmente vicini. Di fatto, però, non ha mai reso concreto ciò che sulla carta era stato definito (Leggi anche http://www.2anews.it/dramma-delle-spose-bambine/ e http://www.2anews.it/marocco-dice-no-allonu/).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here