Volanapoli, un comitato della società civile per valorizzare l’impegno sociale

117
Volanapoli, un comitato della società civile per valorizzare l'impegno sociale

Volanapoli, solo cose belle. Un comitato della società civile per valorizzare l’impegno sociale. Un sito internet e una sezione SOS per segnalare casi particolari.

L’obiettivo del Comitato Volanapoli è quello di risvegliare la sensibilità di tutta la città di Napoli nei confronti delle stupefacenti attività di volontariato e di assistenza sociale che si svolgono nel nostro capoluogo ed essere un sostegno per queste iniziative”. Così ha aperto la conferenza di presentazione di Volanapoli, il presidente Paolo Trapanese.
“Lo spunto per intraprendere questa iniziativa è stata l’esperienza da me maturata intorno alla piscina della caserma Albricci. Grazie a un accordo con l’Esercito e avvalendomi della mia attività di presidente della Federazione Italiana Nuoto della Regione Campania, abbiamo dato vita a una serie di attività che coinvolgono più di 500 bambini e ragazzi del quartiere. Sulla base di tale esperienza, con Pippo Corigliano e Massimo Milone, entrambi con una particolare esperienza nel settore, abbiamo riflettuto sulle numerose attività analoghe che si svolgono nel nostro territorio: basti pensare all’enorme azione che si svolge nel quartiere Sanità e ora anche a Forcella da parte di “Altra Napoli” oppure all’imponente intervento della Fondazione Grimaldi presso l’edificio dell’ex Istituto Bianchi. Abbiamo convenuto che occorre rivolgersi ai napoletani che ancora non partecipano a tali iniziative affinché tutta la città abbia l’opportunità di partecipare a questo sforzo di redenzione. In sintesi pensiamo che saranno i napoletani a salvare Napoli”.
Volanapoli, un comitato della società civile per valorizzare l'impegno sociale
Per raggiungere questi obiettivi il board del comitato è ricco di personalità:
Maurizio Pecorilla, Francesco Canonico, Mariangela Affinita, Stefania Brancaccio, Giuseppe Castagna, Roberto Cogliandro, Lucio D’Alessandro, Guido Grimaldi, Diego Guida, Domenico Lanzo, Giovanni Lombardi, Gaetano Manfredi, Amedeo Manzo, Massimo Milone, Riccardo Monti, Barbara Nicolaus, Massimo Petrone, Gerardo Rocco di Torrepadula, Marco Salvatore, Pierluigi Sanfelice di Bagnoli, Fabrizio Von Arx.
Andremo nelle scuole secondarie, organizzeremo incontri nelle università, forniremo documentazione ai mezzi di comunicazione e faremo pressione su di loro perché intensifichino l’informazione positiva sul volontariato sociale napoletano. Abbiamo messo in cantiere un cineforum rivolto ai ragazzi dei quartieri bene della città trattando temi che stimolino le virtù sociali. A tal fine abbiamo predisposto un sito web che serva da censimento e informazione su quanto si fa in città e offra documentazione per chi desidera impegnarsi”, prosegue Trapanese.
Il prossimo passo sarà la creazione di una App che consenta di scegliere l’attività più affine e dia modo di aiutare economicamente le varie iniziative. In prospettiva si organizzerà un Forum del volontariato sociale napoletano e campano.
Infine nella sezione SOS VOLANAPOLI del sito www.volanapoli.it è possibile segnalare casi e situazioni specifiche che hanno bisogno di supporto oppure l’esistenza di associazioni o altri enti benefici già attivi sul territorio da inserire nel sito di VolaNapoli per portarli a conoscenza di tutti i Napoletani e non solo. Si realizzerà così anche un censimento di tali attività benefiche.