martedì, Gennaio 26, 2021

Addio a Paolo De Crescenzo, maestro della pallanuoto italiana

- Advertisement -

Notizie più lette

Addio a Paolo De Crescenzo, maestro della pallanuoto italiana
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.
- Advertisement -

E’ scomparso alle 4 di stanotte Paolo De Crescenzo, maestro della pallanuoto italiana. Napoletano, 67 anni, è stato stroncato da un male incurabile nella casa di Varcaturo. I funerali domani alle 11,00 presso la Chiesa Santa Maria della Libera (via Belvedere, 41 – Napoli)

di Antonella Amato – Queste sono le notizie che non vorresti mai scrivere ma che purtroppo il nostro lavoro ci obbliga a fare pur con le lacrime che ti rigano il volto. E’ scomparso alle 4 di stanotte Paolo De Crescenzo, maestro della pallanuoto italiana. Napoletano, 67 anni, è stato stroncato da un male incurabile nella casa di Varcaturo, assistito dalla compagna Cinzia, dai figli Brunella e Francesco e dal fratello Massimo.
Paolo De Crescenzo è stato un ex pallanuotista e Coach italiano. Assieme al fratello Massimo, anche lui pallanuotista, è cresciuto nella Canottieri Napoli sotto la guida del Fritz Dennerlein, esordì in prima squadra nel 1965, iniziando la sua militanza in quel gruppo che dominò l’Italia della pallanuoto negli anni settanta, vincendo 4 scudetti e la Coppa dei Campioni. La sua carriera da allenatore inizia nel 1983. Arriva sulla panchina del Posillipo a soli 33 anni e conquista subito le simpatie dell’ambiente. Addio a Paolo De Crescenzo, maestro della pallanuoto italianaLa storia sportiva di De Crescenzo da quel momento ebbe un’impennata collezionando solo successi: 9 scudetti, 2 Coppe delle Coppe, 2 Coppe Italia e soprattutto 2 Coppe dei Campioni oltre che la Supercoppa Europea, vinti fino al 2002 (tranne una breve parentesi fra il 1988 ed il 1990) lo rendono uno degli allenatori più titolati della pallanuoto italiana. Nel biennio 2003-05 ha anche guidato la Nazionale, vincendo la medaglia d’argento a Barcellona imbattuti per tutto il torneo perdendo la finale ai supplementari con l’Ungheria, proclamata come squadra più forte di tutti i tempi. Ritorna per un altro biennio al suo amato Posillipo, ritirandosi poi definitivamente nel 2007. Nell’estate 2013 viene contattato dall’Acquachiara Napoli e accetta l’incarico di guidarla nel massimo campionato italiano e nella prima avventura in Champions League della giovanissima formazione campana. Nello scorso autunno De Crescenzo aveva assunto la supervisione tecnica del centro pallanotistico Aqavion di Brusciano, diretto dai suoi allievi Fabio Bencivenga e Fabio Violetti. Il Presidente del Comitato Regionale Campano della Fin, Paolo Trapanese ha dichiarato: “Grandissimo Uomo, Amico, Atleta e Maestro di Pallanuoto erede della tradizione e della scuola di Fritz Dennerlein. Ha dedicato tutta la sua vita alla pallanuoto vincendo ed insegnando. Il nostro e tutto il mondo Sportivo gli sarà estremamente grato. Siamo vicini ai suoi cari“. Mentre il Presidente dello storico Circolo Canottieri di Napoli, Achille Ventura ha commentato emozionato: “La scomparsa di Paolo De Crescenzo ci ha profondamente colpiti. Dopo la morte di Gigi Mannelli un altro nostro simbolo se ne andato. Con lui se ne va un pezzo di storia sportiva del nostro sodalizio. Un pezzo significativo in quanto Paolo era stato uno dei componenti della mitica squadra di pallanuoto degli anni 70 che vinse quattro scudetti e la coppa dei Campioni nel 77. L’ultima volta che l’ho visto è stato in occasione di uno dei derby, con l’Acquachiara, dello scorso anno. Desidero esprimere  e trasferire ai suoi cari il grande affetto della famiglia giallorossa in questo momento di grande dolore“.

Accettò di farsi intervistare per il ns giornale. Un incontro immemorabile dal quale ebbi conferma di aver avuto l’onore di conoscere non solo un campione, un grande allenatore, ma un uomo di cuore che ha lasciato un grande insegnamento a tutti i suoi allievi e compagni di squadra. Ciao Paolo!

Ecco l’articolo con l’intervista del 15 dicembre 2016: http://www.2anews.it/paolo-de-crescenzo-allievo-maestro-della-pallanuoto/

 

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie