#SANITA’: “Ecocardiografia 3D Monaldi 2016”, un valido aiuto nelle malattie del cuore (video eco 3D)

1755

“Ecocardiografia Monaldi 2016” è il titolo del convegno che si è tenuto nei giorni scorsi presso l’Aula Magna dell’azienda Ospedaliera Monaldi il  9,10,11 Novembre.

Il convegno, che ha come sottotitolo “Clinical Decisioni Making in Echocardiography”, intende fornire nuove informazioni ed aggiornamenti a Cardiologi italiani e stranieri sul ruolo crescente dell’ecocardiografia nelle decisioni cliniche.

Il meeting è stato presieduto dal Prof. Raffaele Calabrò, mentre la segreteria scientifica è stata affidata al Dott. Pio Caso.dr. Pio Caso cardiologia Monaldi “L’ecocardiografia Tridimensionale è un’applicazione dell’ecografia che consente di vedere valvole e cavità cardiache così come sono nella realtà.” – spiega il dott. Pio Caso – “In precedenza l’immagine era bidimensionale e non mostrava una visione perfetta della cavità cardiaca.

Esami effettuati con queste macchine offrono al cardiologo e al cardiochirurgo immagini del tutto paragonabili a quelle di una sezione anatomica; le immagini possonoecocardiografia 3D essere ruotate in ogni direzione, offrendo la migliore comprensione delle relazioni spaziali tra le strutture anatomiche.

Poiché la disponibilità di queste immagini avviene in tempo reale, è facile comprendere la portata dell’innovazione non solamente nella fase diagnostica, ma anche in ambito interventistico, sia cardiologico sia cardiochirurgico.”– continua il Dott. Caso.

Questa nuova metodica si utilizza quando si vuole vedere il cuore come esso è nella visione tridimensionale e servono precisi riferimenti spaziali come accade durante le procedure interventistiche nel laboratorio di emodinamica, come la mitra-clip per trattareecocardiografia 3D l’ insufficienza mitralica o applicare devices di chiusura dell’auricola sinistra  in pazienti che non possono sostenere terapia anticoagulante, affetti tra frequenti episodi emobici a partire dall’auricola stessa” . – conclude – “Ottima anche la visione al tavolo operatorio, simile a quella del cardiochirurgo che finalmente vede immagini simili a quelle viste dal vivo con cui localizzare leaks  perivalvolari”.

Attualmente a Napoli i presidi ospedalieri che eseguono l’ecocardiografia tridimensionale sono: Cardiologia Universitaria ed Ospedaliera dell’Ospedale Monaldi; la Clinica Mediterranea ed il Loreto Mare, L’Università Federico II.

L’ ecocardiografia 3D-RT è oggi uno strumento sempre più utilizzato. Questa tecnica è complementare all’ecocardiografia 2D standard, rispetto alla quale fornisce informazioni aggiuntive e migliora l’accuratezza e la riproducibilità di molteplici e complesse valutazioni.convegno monaldi ecocardiografia

Al convegno hanno portato il Saluto dell’Azienda Ospedali dei Colli il Direttore Generale dell’Ospedale Monaldi, Dott. Giuseppe Longo, ed il Direttore Sanitario, Dott. Giuseppe Matarazzo.

L’evento è stato caratterizzato dalla grande interattività tra relatori ed audience mediante simposi con discussioni guidate, confronti a due su tematiche discusse, Bingo ecocardiografico ed Eco-wars su clips diagnostiche e casi clinici didattici commentati dall’audience.

Inoltre sono intervenuti anche esperti internazionali tra cui il Prof. Josè Juan Gomez De Diego dell’Hospital di Londra, il Prof. Miguel Garcia Fernandez dell’Università Computense di Madrid, il Prof. Perry Mark Elliot dell’University College di Londra, il Prof Giovanni Di Salvo del Brompton Hospital di Londra, il Prof.  Domenico Galzerano dell’Università di Riad e molti esperti italiani di diverse Università e Aziende Ospedaliere tra cui il Prof. S.  Carerj (Messina), il Dr. P. Trambaiolo (Roma), la Prof.ssa M. Penco (L’Aquila), il Prof. G. Tonti (Sulmona), il Dr. F. Antonini Canterin (Pordenone), il Prof. P. Colonna (Bari), il Dr. V. Montericcio (Milano), il Prof. G. La Canna (Milano), il Prof. Pedrizzetti (Trieste).