Sapevate che l’umore può essere contagioso?

943

L’umore può essere contagioso. Ecco cosa emerge da un nuovo studio su un gruppo di adolescenti.

In psichiatria e psicologia clinica con il termine disturbo dell’umore si designa la vasta classe di disturbi psicopatologici e sintomi che consistono in alterazioni o anomalie del tono dell’umore dell’individuo, che siano di entità tale da causare alla persona problemi o disfunzioni persistenti o ripetute oppure disagio marcato nonché disadattamento alle condizioni ambientali di vita con ripercussioni di varia entità nella vita privata e lavorativa. l'umoreUn nuovo studio condotto dai membri dell’Università di Warwick a Coventry, nel Regno Unito, hanno esaminato il modo in cui i gruppi sociali degli adolescenti possono influenzare i loro stati d’animo, nel tentativo di comprendere meglio ciò che determina i sintomi depressivi tra gli adolescenti, e di conseguenza quali potrebbero essere le migliori strategie per alleviarli. Lo studio, pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science, ha preso in considerazione il fenomeno del cosiddetto “contagio sociale”, secondo cui gli ambienti sociali in cui viviamo influenzerebbero il nostro stato emotivo. Per esaminare il fenomeno, gli esperti hanno analizzato i dati raccolti da uno studio longitudinale nazionale sulla salute degli adolescenti, che ha preso in considerazione un campione di ragazzi seguiti dal 1994-1995, fino al 2008. Gli esperti avrebbero constatato che l’umore prevalente in un determinato gruppo di amici può effettivamente influenzare lo stato emotivo di un singolo adolescente, sia in senso positivo che in senso negativo. Gli stati d’animo depressivi sono infatti contagiosi, anche se non a livello tale da spingere il soggetto a sviluppare una vera e propria forma di depressione clinicamente diagnosticabile. Allo stesso modo, una cerchia di amici in cui la maggior parte delle persone è ottimista, può migliorare l’umore dell’adolescente, e alleviare i suoi sintomi depressivi.