Inquinamento: la polvere di pneumatici inquina come i gas di scarico

1285
Allarme smog a Napoli: Domani venerdì 22 febbraio stop alle auto. Ecco il dispositivo

L’asma e allergie peggiorano nelle città a causa dell’inquinamento provocato non solo dallo smog ma anche dalla polvere generata dal consumo di pneumatici sull’asfalto.

Un’analisi, che sarà pubblicata prossimamente sul Bollettino dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), dimostra che sono aumentati i casi di asma e allergie. Le particelle di polvere microscopica, che si genera dal consumo di pneumatici, freni e asfalto e dal loro risollevamento, è responsabile dell’inquinamento da traffico automobilistico quanto l’emissione dei gas di scarico.

La polvere che rilasciano sulle strade è altrettanto dannosa, perché contiene un mix di sostanze chimiche tossiche e cancerogene, che possono causare malattie cardiovascolari e respiratorie nelle aree fortemente trafficate, soprattutto nei bambini e negli anziani, che sono la popolazione più vulnerabile.Smog: la polvere di pneumatici inquina come i gas di scaricoLavare più spesso l’asfalto potrebbe essere una proposta per ridurre questo fattore di inquinamento purtroppo poco conosciuto e largamente sottovalutato.

Secondo una recente revisione di 99 studi internazionali, a breve pubblicata su Bollettino dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e coordinata da Fulvio Amato, ricercatore del Consejo Superior de Investigaciones Cientificas di Barcellona, le micropolveri che si staccano dall’asfalto, dalle gomme e dai freni e si depositano sul fondo stradale, contribuiscono a circa la metà dell’inquinamento da traffico automobilistico.

Nel seminario Internazionale RespiraMi 3: Air Pollution and our Health organizzato dalla Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico e dalla Fondazione Internazionale Menarini, si è parlato ultimamente di questa problematica sociale

Quando si parla di inquinamento prodotto dai veicoli si pensa subito al carburante. In realtà non è l’unico colpevole. Ricercatori continuamente osservano gli effetti dannosi e collaterali degli agenti inquinanti sulla salute umana.

Inquinamento: la polvere di pneumatici inquina come i gas di scarico

L’allarme inquinamento si fa sentire ovunque e l’Associazione ambientalistica Legambiente ha scoperto che sono almeno 32 i capoluoghi di provincia italiani ad aver superato la soglia limite di polveri sottili.

Tuttavia, gli studi su individui che vivono vicino a strade molto trafficate indicano che la parte di lattice proveniente dalla polvere di pneumatico può anche causare le reazioni allergiche che variano per gravità dalla rinite alla congiuntivite, all’orticaria, all’asma de bronchi e in casi eccezionali anche shock anafilattico.

L’inquinamento si ripercuote sull’asma e allergie

Non bisogna dunque sorprendersi se sono aumentate le patologie attribuite all’inquinamento dovuto soprattutto alle emissioni delle auto, specialmente i diesel. L’effetto sulle vie aeree, e sulla salute in generale, è ben noto da tempo. Le particelle inquinanti inalate infatti aumentano lo stress ossidativo delle cellule respiratorie e favoriscono uno stato infiammatorio cronico delle mucose che, nel tempo, può riaccendere i sintomi d’asma.

Smog: la polvere di pneumatici inquina come i gas di scaricoInfatti un numero crescente di studi collegano l’aumento di asma ed altre allergie osservato negli ultimi 25 anni, al particolato presente nell’aria.

La polvere urbana in questi casi induce la morte dei macrofagi, cellule del nostro organismo che sono responsabili della salute e del controllo delle reazioni immunitarie.

I pneumatici sono fatti da una combinazione del lattice naturale, derivata dagli alberi di gomma e da una gomma sintetica derivata dal petrolio.

Almeno il 70-75% di tutta la gomma naturale prodotta oggi è usata per costruire i pneumatici,mentre  il resto viene utilizzata per la produzione di guanti, preservativi, vernice ed adesivi.

È necessario migliorare gli pneumatici per renderli non solo più sicuri, più longevi, più performanti e quindi capaci di fare risparmiare carburante al veicolo, ma anche meno inquinanti.

Il pneumatico, sopportando il peso dell’intero veicolo, si consuma sull’asfalto, producendo piccoli frammenti di gomma, conosciuti come polvere di pneumatico o particolato (PM).

Questo va nell’aria o si deposita sulla strada, secondo il peso, vento ecc. si disperdono nell’ambiente sotto forma di vapori, sono tossici e cancerogeni e si è scoperto oggi che il 60% del PM prodotto va nei polmoni.