Gli effetti negativi dei cellulari sulla salute. Cinque regole per un corretto utilizzo

500
Gli effetti negativi dei cellulari sulla salute. Cinque regole per un corretto utilizzo

Il cellulare è rischioso per la salute? Le ricerche hanno fornito dati contrastanti, e molti degli allarmi arrivano da indagini condotte su modelli animali che non rispecchiano ciò che avviene nell’uomo.

Sul rischio infertilità i cellulari sono assolti, ma solo per insufficienza di prove. Lo affermano gli esperti della Società Italiana di Andrologia (Sia), che in occasione dell’ultimo congresso hanno rivalutato gli studi condotti finora sull’argomento.

Le ricerche, spiegano gli esperti, hanno fornito dati contrastanti, e molti degli allarmi arrivano da indagini condotte su modelli animali che non rispecchiano ciò che avviene nell’uomo.

Gli effetti negativi dei cellulari sulla salute. Cinque regole per un corretto utilizzo

In ogni caso servono perciò ulteriori studi, ma nel frattempo gli andrologi stilano le regole per un utilizzo e naturalmente la sicurezza. “Le onde elettromagnetiche emesse dai telefonini sono radiazioni non ionizzanti a bassa frequenza- spiega Alessandro Palmieri, presidente Sia e professore dell’Università Federico II di Napoli;  non possono rompere direttamente i legami molecolari del Dna, ma possono comunque avere effetti biologici negativi”.

  Cinque le regole stilate dagli esperti:

  • Non portare il telefono nella tasca anteriore dei pantaloni
  • telefonare e navigare online quando si è in condizioni di ottima ricezione del segnale, così da ridurre l’emissione
  • non appoggiare il telefono in grembo
  • non utilizzare sistemi commerciali per ridurre l’esposizione alle onde, perché non ce ne sono di efficacia dimostrata
  • limitare l’uso dello smartphone ai bambini prima dei dieci anni.

Alcuni chiarimenti sui cellulari

I cellulari sono entrati in commercio alla fine degli anni ’80 del secolo scorso, ma si sono diffusi in maniera progressiva negli ultimi 20 anni, al punto che è molto  raro trovare persone che non ne fanno uso, ma oggi purtroppo l’ utilizzano adulti e anche i bambini.

Le onde a radiofrequenza emesse da questi apparecchi non sono radiazioni ionizzanti in grado di causare mutazioni cancerogene in maniera diretta e sul DNA ma comunque possono provocare il riscaldamento dei tessuti, naturalmente a un utilizzo normale e non eccessivo.

Queste onde sono prodotte dall’antenna del cellulare e l’energia emessa per qualche minuto vicino all’orecchio riscalda immediatamente la pelle. La loro massima emissione avviene infatti durante una chiamata effettuata dall’auto, sotto una galleria o dal treno, il momento in cui l’apparecchio deve agganciare diversi ripetitori man mano che il mezzo di trasporto si sposta.Gli effetti negativi dei cellulari sulla salute. Cinque regole per un corretto utilizzo

Prove certe che i telefoni fanno male alla salute non ci sono ma presto sarà possibile anche in Italia assistere a delle vere campagne informative rivolte a tutta la popolazione, per promuovere un uso più responsabile e per far conoscere in maniera più diretta, le corrette modalità di uso durante il giorno ed un attenzione soprattutto nei confronti dei bambini, anche se non è dimostrato alcun nesso di causalità tra esposizione a radiofrequenze e patologie tumorali.

La durata ed il numero delle chiamate al cellulare effettuate al giorno sono notevolmente aumentate, per cui diversi scienziati di alcuni paesi hanno segnalato la necessità di ulteriori studi ed approfondimenti.

Gli esperti e le agenzie internazionali per adesso raccomandano  di utilizzare gli auricolari e di tenere l’apparecchio quando è inattivo lontano dal corpo per evitare che grosse quantità di energia possa essere assorbita dai tessuti.

Oggi fortunatamente  è migliorata la tecnologia ed i cellulari di ultima generazione emettono energie molto più deboli di quelle dei primi modelli