Dipendenza gioco d’azzardo: attivato numero verde

1491
Gioco d'azzardo, in Italia è allarme per 700mila minorenni

4 italiani su 10 sono a rischio dipendenza da gioco d’azzardo e 900mila sono affetti da ludopatia. ADM e ISS attivano un numero verde.

di Chantal Collaro – La dipendenza al gioco d’azzardo è un fenomeno sempre più diffuso in Italia. Da oggi è attivo sull’intero territorio nazionale, il numero verde 800.55822 il cui lo scopo è di aiutare quelli che hanno delle difficoltà legate al gioco d’azzardo. Il servizio telefonico gratuito è un’iniziativa voluta dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) e realizzata dal Centro Nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Sarà attivo in via sperimentale fino al 31 marzo 2018 e accessibile dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle 16:00 per coloro che hanno comportamenti problematici con il gioco d’azzardo ma anche per tutte le persone che desiderano avere informazioni sulla ludopatia e su come affrontarla. I cittadini potranno sapere quale sono le risorse territoriali presenti nella loro regione per il trattamento del disturbo, i servizi sanitari a cui rivolgersi e quelli in grado di affiancarli legalmente in caso di indebitamento. Il Telefono Verde Nazionale (TVNGA) fa parte del progetto biennale congiunto dell’ADM e l’ISSIl gioco d’azzardo in Italia: ricerca, formazione e informazione”. Lo scopo è di sviluppare le conoscenze sui rischi del gioco d’azzardo sulla salute dei cittadini al fine di mettere in atto, via l’informazione e la formazione, la forma di prevenzione più adeguata. Nell’ambito di questa indagine nazionale, verranno realizzati due studi  attraverso la realizzazione di interviste: l’uno dedicato alla popolazione adulta (anni 18 e più) nel periodo Luglio 2017 – Gennaio 2018 e l’altro alla popolazione minorenne (tra i 14 e i 17 anni) che coinvolgerà 200 scuole superiori di secondo grado e partirà con il nuovo anno scolastico 2017/2018. Sulle 218 città selezionate per partecipare alla ricerca, figurano 19 comuni della Regione Campania. 7 per la Provincia di Napoli (Napoli, Giugliano in Campania, Torre Annunziata, Arzano, Sant’Anastasia, Grumo Nevano, Mariglianella), 5 per la Provincia di Caserta (Caserta, Casal di Principe, San Marcellino, Casaluce, Calvi Risorta) e 7 per la Provincia di Avellino (Avellino, Mercogliano, Pratola Serra, Chiusano di San Domenico, Summonte, Chianche e Santa Lucia di Serino). Inoltre, i cittadini selezionati, riceveranno una lettera di invito a partecipare al progetto. La lettera con i loghi dell’Istituto Superiore di Sanità e del Comune, se patrocinante l’iniziativa, verrà recapitata con anticipo in modo da permettere al cittadino di rilasciare l’intervista al personale accreditato al proprio domicilio oppure presso una sala messa a disposizione dall’amministrazione comunale. Per ogni informazione o chiarimento in merito sarà possibile rivolgersi al responsabile scientifico del progetto, la Dott.ssa Roberta Pacifici al seguente numero telefonico 06/4990.2909. La notizia diffusa oggi sui media della vincita del giocatore del comune di Marano di Napoli che ha portato a casa 120mila euro dopo avere scommesso un solo euro al Lotto non è certo, in questi tempi di crisi, propizia a frenare l’impulso del gioco tra gli italiani che hanno sempre più difficoltà ad arrivare a fine mese e a fare quadrare i conti della famiglia. Una tale notizia può infatti, per un istante, fare dimenticare gli effetti dannosi del gioco sulle persone e l’impatto sulle proprie famiglie.