18-09-20 | 22:19

Salerno, plastica al pene non riuscita: a processo il medico

Cronaca di Salerno Salerno, plastica al pene non riuscita: a processo il medico
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Coronavirus, Santobono: Morta bambina di 8 anni affetta da leucemia

Ospedale Santobono: I medici sono in attesa di fare il tampone per verificare il sospetto contagio da coronavirus per ora non confermato. I familiari...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...
Francesco Monacohttp://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista pubblicista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

A giudizio il medico che ha operato per una plastica al pene un ragazzo oggi 27enne. Secondo l’accusa la sua imperizia ha comportato lesioni personali gravi al giovane.

Una plastica al pene non riuscita ha portato a giudizio diretto un medico urologo, E.G., difesa dall’avvocato Agostino De Caro. L’accusa, formulata dal sostituto procuratore Elena Guarino, e’ di negligenza e imperizia nella gestione del post operatorio di un intervento di circoncisione e plastica di un pene palmato. A rappresentare la vittima oggi 27enne e’ l’avvocato Donatella Sica.

plastica al peneE’ quanto accaduto, come racconta Il Mattino, in un noto ospedale salernitano nel 2014, dopo una plastica al pene non riuscita.

Quando, dopo il manifestarsi di un edema penoscrotale (ovvero un rigonfiamento dello scroto) nel paziente, la dottoressa non avrebbe provveduto in tempo a revisionare la parte operata per effettuare una emostasi delle strutture vascolari beanti peri suturali. In altre parole, il medico preferi’ attendere, stando alla ricostruzione, che il gonfiore passasse da solo.

“Il paziente non andava dimesso ed andava, anzi, sottoposto a nuovo intervento chirurgico così da risolvere l’emorragia locale”. Le parole del pm, secondo cui, dopo la plastica al pene, il comportamento della dottoressa avrebbe comportato “lesioni personali gravi.

Consistenti nella necrosi dell’asta e dello scroto, determinando un indebolimento dell’organo e un suo deficit erettivo con conseguente stato depressivo ansioso”.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Calcio Napoli, i numeri di maglia: Osimhen prende la 9, ecco chi raccoglie l’eredità di Callejon

Il Calcio Napoli ha comunicato i nuovi numeri di maglia scelti dai calciatori azzurri per la stagione 2020/21. La maglia numero 9 è di Viktor...

Coronavirus in Campania, i dati del 17 settembre: 208 nuovi positivi

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 17 settembre dell'unità di Crisi regionale riporta 208 nuovi positivi su 7.460 tamponi effettuati. In Campania 208 nuovi...

Vegas Movie Awards ™ (VMA), premiato l’attore partenopeo Paco De Rosa

Vegas Movie Awards ™ (VMA), Paco De Rosa vince il premio come miglior attore. L’attore partenopeo protagonista del film "Ed è subito sera". Paco De Rosa...

Previdenza, Michelino e Fiorentino (Andoc Napoli) eletti tra i delegati partenopei

Previdenza, Michelino e Fiorentino (Andoc Napoli) eletti tra i delegati partenopei per la Cassa dottori commercialisti. NAPOLI - Il commercialista Mario Michelino, presidente Andoc Accademia...

Scippano turista al Corso Umberto, arrestati 2 marocchini: I NOMI

Una collanina e il portafogli con all'interno mille euro e 2400 corone ceche in contanti il bottino del colpo messo a segno al Corso...