giovedì, Luglio 18, 2024

Sal da Vinci Italiano di Napoli al teatro Augusteo

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Uno spettacolo a cui davvero non manca nulla quello presentanto da Sal da Vinci al Teatro Augusteo.

Un “Gran Varietà” diviso tra le canzoni, il ballo, il circo il cabaret e le riflessioni sull’essere dapprima napoletano e poi italiano, che a metà strada tra la poetica campanilistica e la voglia di appartenenza alle proprie radici, ha regalato al pubblico le emozioni di un esaltante viaggio nell’anima.

Con il titolo “Italiano di Napoli” ed in scena nel teatro di piazzetta duca d’Aosta fino al 15 gennaio, notte di Capodanno compresa, lo spettacolo del beniamino del pubblico napoletano, partendo dagli stilemi dello show musicale teatrale ed inoltrandosi agevolmente tra i sentieri del cabaret con le incursioni di due irresistibili attori come Lello Radice e Davide Marotta, è riuscito magnificamente a fondere insieme il pensiero con le note.

Per gli spettatori, sulle linee guide di un regista come Alessandro Siani, che ha scritto anche il testo a quattro mani con lo stesso Sal da Vinci, tanti momenti ricchi di intimistica magia. Tra brani nuovi, successi di ieri, canzoni intramontabili, saltimbanchi ed acrobati, i racconti del protagitalianodinapoli_teatro_sal_da_vinci_samonista Sal da Vinci, o meglio dell’ Italiano di Napoli, hanno condotto tutti verso la dimensione di un mondo più vero ed incontaminato.

Evocando quel sentimento chiamato amore e puntando, con delle trascinanti escuzioni capaci di esaltare una platea in delirio, su quelle stesse canzoni in grado di segnare il passo al nostro cammino, Sal ha elargito al suo pubblico oltre che una prova dai grandissimi livelli, tutto quanto raccolto in lunghi anni di gavetta, crescita artistica ed esperienza.

Ideato e prodotto dallo stesso Sal da Vinci con “Cose Production”, ‘Italiano di Napoli’, confermandosi come uno degli spettacoli più belli della stagione, senza badare a spese, ha proposto un allestimento tipico delle grandi occasioni.

Grazie alle mirabolanti scenografie di Roberto Crea, alle belle e travolgenti coreografie di Marcello e Momo Sacchetta, al disegno luci di Francesco Adinolfi ed ai costumi di Claudia Tortora, il lavoro musicale, ha conquistato un successo già meritatamente scritto sin dalla vigilia del debutto.

Cantando alla sua maniera il suo paese dopo averlo definito “la Repubblica dei Sentimenti”, Sal, ha portato tra la gente una riflessione sulla nostra identità e sulle nostre origini, proprio come quella nata dal proverbio “per quanto un albero possa diventare alto, le sue saldavinci-2 foglie, cadendo, ritorneranno sempre alle radici”.

Basandosi anche sul pensiero del regista Siani che ha paragonato l’Italia ad un essere umano di cui Milano potrebbe essere il cervello, Roma l’anima e Napoli il cuore, lo straordinario show si è trasformato in un grande sogno appartenete a quella magica “Fabbrica dei Sogni” in cui tutto il lavoro risulta ambientato.

Partendo dal suo ultimo progetto discografico intitolato “Non si fanno prigionieri”, dai grandi successi di un’inarrestabile carriera e dai brani più famosi di ieri e di oggi della musica nazionale, “Italiano di Napoli”, ha visto sulla scena un Sal da Vinci da manuale, incontenibile e grande affabulatore di pubblico e fans.

Con la partecipazione di Lorena Cacciatore, nelle rosse vesti della “Repubblica Italiana”, del figlio e nipote d’arte “Francesco da Vinci”, di tanti fantasisti, di un trascinante corpo di ballo con 8 danzatori, di un’orchestra dal vivo con 6 elementi, “Italiano di Napoli” ha portato nell’anima dei tantissimi spettatori le immagini di un suggestivo e incantato universo.

Un universo dove anche la nostalgia, ed il ricordo dei propri affetti, emozionante il momento in cui a levarsi nell’aria è stata la voce dell’indimenticabile Mario da Vinci, sono capaci di fare vibrare le corde dell’anima e di fare battere forte un cuore, napoletano prima ed italiano dopo.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie