Vincenzo De Luca: “Elezioni regionali? Avanti con serenità, lavoriamo sulle liste”

166
Coronavirus in Campania: De Luca proroga i divieti fino al 14 aprile

Vincenzo De Luca: intervenuto a Radio CRC, il governatore della Campania ha parlato delle Regionali 2020. Sul Coronavirus “Vogliamo evitare clima di psicosi”.

In diretta a ‘Barba&Capelli’, trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio CRC, è intervenuto Vincenzo De Luca. Il governatore della Campania si mostra sempre più tranquillo in vista delle Regionali: “Ho detto ai miei collaboratori -sottolinea De Luca- di chiudere occhi ed orecchie e di pensare a lavorare, senza perderci nella politica politicante. C’è ancora l’idea che i cittadini stigmatizzati sotto le bandiere dei partiti, ma non è più così. Stiamo andando avanti, stiamo preparando le liste e stiamo, soprattutto, continuando a lavorare, senza farci coinvolgere dalle scemenze della politica politicante”.

De Luca torna poi sui provvedimenti regionali per affrontare eventuali casi di Coronavirus: “Siamo assolutamente attrezzati per gestire la situazione di emergenza data dal Coronavirus. Da oggi -prosegue- parte il numero verde, 800 90 96 99, dove si potrà fare capo per chiedere spiegazioni e chiarire dubbi. Vogliamo evitare, in questo modo, un clima di psicosi. L’invito è di avere grande cura dell’igiene personale, lavarsi spesso le mani, ma nulla di particolarmente impegnativo.Vincenzo De Luca: “Elezioni regionali? Avanti con serenità, lavoriamo sulle liste” Fra le tante cose positive che esprime la Campania, siamo la prima Regione per gli investimenti nei campi della ricerca. Oltre 150 milioni sulla ricerca sul cancro, che impegna strutture universitarie, ma anche centri privati, per riuscire a creare un vaccino sul cancro. Abbiamo stabilizzato 200 ricercatori al Pascale. Nel gruppo di ricercatori dello Spallanzani, abbiamo una presenza importante di campani. Ci sono tante cose belle in un paese un po’ sgangherato, che ci danno qualche speranza. Si dovrebbe dare una priorità a migliaia di giovani che si trovano ancora in una situazione di precariato.

A Giugliano avremo la presentazione del nuovo ospedale che stiamo realizzando. Dobbiamo fornire al Ministero i progetti di decine e decine di ospedale da costruire. Parliamo di un miliardo e ottanta milioni di euro che abbiamo strappato dopo anni”.

Il governatore parla inoltre di Whirlpool e delle prossime assunzioni da concorso: “Whirlpool? E’ una vicenda che si è trascinata in maniera un po’ stanca, raggiungendo un livello preoccupante. In Campania viviamo un paradosso: essendo la regione più industrializzata del sud, andiamo bene quando c’è una ripresa, invece quando c’è un periodo di calo, ne soffriamo più degli altri.

Abbiamo fatto una messa a punto molto interessate e chiarificatrice. Abbiamo riconfermato una delibera, per Whirlpool, dove la Campania mette a disposizione 20 milioni di euro per un accordo di sviluppo, se l’azienda decide di restare a Napoli. Questa è l’unica proposta concreta.Vincenzo De Luca: “Elezioni regionali? Avanti con serenità, lavoriamo sulle liste” Siamo impegnati sul tema del lavoro, che è il tema principale. Abbiamo assunto i primi 800 infermieri dopo 20 anni. Nessun altra regione italiana ha mai fatto tanto, per contrastare questa emorragia di giovani.

Concorsone? Dal 13 di questo mese inizia la seconda prova, che terminerà in circa 10 giorni. Siccome sono 13 profili professionali, non sarà un’informata generica, ma cerchiamo di ringiovanire la pubblica amministrazione. Si correggeranno gli elaborati, entro il mese di febbraio, per poi firmare i contratti con i vari Comuni. La validità della graduatoria sarà di due anni. Per il primo anno si farà un periodo di formazione, dopodiché si arriverà alla stabilizzazione finale. E’ un esperimento unico in Italia, che ci darà la possibilità di dare lavoro a 10mila giovani”.

Infine, De Luca afferma che “abbiamo fatto un bando che riguarda le agevolazioni sul fitto, stanziando 13 milioni di euro. Si può fare una domanda entro il 13 marzo, per aver un contributo massimo di 2mila euro per agevolare chi, con un reddito basso, deve pagare il fitto”.