Salvini rilancia il servizio militare obbligatorio, ma la Difesa frena

176
Salvini in arrivo a Napoli, la città si divide nelle sue reazioni

Il vicepremier ha rivelato come il governo stia studiando la possibilità di reintrodurre per alcuni mesi il servizio militare obbligatorio per i ragazzi.

Di fronte ai tanti esempi di mancanza di educazione e senso civico, “facciamo bene a studiare se, come e quando reintrodurre per alcuni mesi il servizio militare, il servizio civile per i nostri ragazzi e le nostre ragazze così almeno impari un po’ di educazione che mamma e papà non sono in grado di insegnarti”. Così il vice premier e ministro dell’Interno Matteo Salvini, nel corso di un comizio a Lesina, in Puglia.

Fonti della Difesa, però, frenano in merito alle dichiarazioni del vicepremier. “Il ministro Trenta si è già espressa sul tema nei giorni scorsi: è una idea romantica Salvini rilancia il servizio militare obbligatorio, ma la Difesa frenama i nostri militari sono e debbono essere dei professionisti e su questo aspetto è d’accordo anche Salvini”. Nei giorni scorsi, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta aveva sottolineato, durante un’intervista, che il servizio militare obbligatorio è un qualcosa “non più al passo con i tempi”. I soldati di oggi, aveva spiegato il ministro, “sono dei professionisti. E non abbiamo più le truppe che vengono dalle Alpi”. Dunque, “non c’è più bisogno di tanti soldati tutti insieme”.

Il leader della Lega è tornato sul caso dell’annuncio ‘anti-zingari’ sul treno Milano-Cremona: “Se non hai mai preso un treno pendolari, cosa che a me è capitata di fare per anni e anni, poi non arrivi a capire perché la notizia di questa settimana è quella della capotreno che esasperata per l’ennesima aggressione sul treno in Lombardia ha detto ‘molestatori, rompip… e zingari sono pregati di scendere perché non ne possiamo più’. Ebbene, qualcuno ha detto che questa capotreno dovrebbe essere licenziata. Secondo me dovrebbe essere premiata perché difende il diritto a viaggiare sicuri di gente che già ha delle rotture di scatole”.

Nel corso del suo comizio Salvini ha parlato anche della Fornero (“Non mi dimentico le promesse fatte in campagna elettorale e la rivoluzione che stiamo facendo su immigrazione e sicurezza la vogliamo fare anche sul fronte economico. Piaccia o non piaccia all’Europa, la nostra attenzione è rivolta agli italiani: lavoro, pensioni e vita degli italiani. E cominceremo smontando la legge Fornero”) e delle carceri: “Questo governo – ha assicurato – a differenza dei precedenti, non approverà mai indulti, svuota-carceri, sconti di pena che rimettono in strada delinquenti che erano appena entrati. Sei condannato? Stai dentro fino alla fine… Anzi, c’è quello che per me è un modello, quello austriaco: se c’è la condanna definitiva, visto che la permanenza in carcere costa centinaia di euro, c’è l’obbligo di lavorare ogni giorno per ripagare i cittadini del peso economico della tua condanna. In Italia va al contrario: se non hai il televisore abbastanza grande, son casini e si lamentano…”.

Salvini, che si è presentato in bermuda (“Di gente in giacca e cravatta anche in agosto ne abbiamo visti a migliaia. E ci hanno fottuto. E’ agosto, fa caldo, e io non voglio ‘impinguinarmi'”), parlando dell’esecutivo gialloblu si è poi detto “contento di aver dato vita a questo governo”. Nei Cinque Stelle, ha spiegato, “ho trovato gente seria. E Luigi Di Maio è una persona seria, con voglia di fare. Quindi, conto che andremo avanti ancora parecchio, per lo scorno di qualcuno”.