Rai, rush finale per le nomine: Fabrizio Salini possibile ad

497
Rai, rush finale per le nomine: Fabrizio Salini possibile ad

Nomine Rai: si lavora per trovare la nuova presidente. Gomez o Gabanelli al Tg1, Sciarelli o Matano al Tg3.

Battute finali sulle nomine dei vertici Rai. Dopo la fumata nera del vertice a Palazzo Chigi, domani, venerdì 27 luglio, potrebbe essere il giorno in cui il Cdm potrebbe dare il via libera ai futuri ad e presidente di Viale Mazzini. Favorito per la poltrona di amministratore delegato è al momento Fabrizio Salini, che vanta un passato ai vertici de La7 e Fox International Channels Italy, appoggiato dal ministro del Lavoro Luigi Di Maio.Alberto Barachini presidente della Commissione di Vigilanza Rai Attenzione però al nome di Marcello Ciannamea, attuale direttore dei palinsesti, che gode dell’appoggio della Lega. Secondo quanto riporta “Il Mattino”, il partito guidato dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini, avrebbe infatti segnalato come Salini sia anche manager della società di produzione “Stand by me”, con il rischio, quindi, di un conflitto di interessi.

Per quanto riguarda la presidenza, a succedere a Monica Maggioni sarà con ogni probabilità una donna (due terzi del cda devono essere “rosa”). Qui la situazione sembra però più incerta, col nome di Giovanna Bianchi Clerici che sembra in discesa. L’unica certezza è la nomina di Alberto Barachini come presidente della Commissione di Vigilanza.Rai, rush finale per le nomine: Fabrizio Salini possibile ad Caldissimo il fronte dei direttori dei Tg. La Lega punta forte sul Tg1, sul quale il M5S, da primo partito, non ha alcuna intenzione di cedere. Nel caso Salvini la spuntasse, a guidare la rete ammiraglia potrebbe essere Mario Giordano (ex direttore del Tg4). Il M5S virerebbe invece su Peter Gomez o Milena Gabanelli. Per il Tg2 si fanno i nomi di Gennaro Sangiuliano (oggi vicedirettore del Tg1) o Luciano Ghelfi (oggi quirinalista allo stesso Tg2).Rai, rush finale per le nomine: Fabrizio Salini possibile ad I candidati direttori del Tg3 sono invece Federica Sciarelli (da anni conduttrice di “Chi l’ha visto?”), Alberto Matano (che sulla terza rete conduce “Sono innocente” ma è conosciuto anche come conduttore del Tg1 delle 20) e Alessandro De Angelis (vicedirettore dell’Huffington Post). In questo modo il tg della terza rete resterebbe in orbita centrosinistra.