Onu: “In Italia violenza e razzismo”. Salvini: “Non accettiamo lezioni”

648
Salvini dice sì alla cittadinanza a Ramy:

Dalla commissaria Michelle Bachelet un duro attacco al nostro Paese nel discorso di apertura del Consiglio a Ginevra. Ma il ministro dell’Interno Salvini non ci sta.

“Il governo italiano ha negato l’ingresso nei porti alle navi da soccorso delle ONG. Questo tipo di atteggiamento politico e altri sviluppi recenti hanno conseguenze devastanti per molte persone già vulnerabili. Sebbene il numero di migranti che attraversano il Mediterraneo sia diminuito, il tasso di mortalità per coloro che hanno compiuto questa traversata insidiosa è stato nei primi sei mesi di quest’anno ancora più alto di prima”. Lo ha detto l’Alto Commissario Onu per i diritti umani, Michelle Bachelet, nel suo discorso di apertura del Consiglio a Ginevra. Che ha annunciato l’invio di un team in Austria e in Italia per valutare “il netto aumento segnalato di atti di violenza e razzismo contro migranti, persone di origine africana e rom”.

Dura la replica subito il ministro degli Interni, Matteo SalviniOnu: "In Italia violenza e razzismo". Salvini: "Non accettiamo lezioni"“L’Italia negli ultimi anni ha accolto 700mila immigrati, molti dei quali clandestini, e non ha mai ricevuto collaborazione dagli altri Paesi europei. Quindi non accettiamo lezioni da nessuno, tantomeno dall’Onu che si conferma prevenuta, inutilmente costosa e disinformata: le forze dell’ordine smentiscono ci sia un allarme razzismo. Prima di fare verifiche sull’Italia, l’Onu indaghi sui propri stati membri che ignorano diritti elementari come la libertà e la parità tra uomo e donna”. 

Intanto, 34 eritrei sbarcati dalla Diciotti sono stati riconosciuti dalla polizia a Ventimiglia, domenica sera, mentre viaggiavano verso Campo Roja (un centro gestito dalla Croce rossa da dove gli immigrati cercano di andare in Francia), come riferiscono fonti vicine alle forze dell’ordine. Il gruppo faceva parte di un gruppo di 51 persone in tutto: viaggiava su un pullman noleggiato dalla Baobab Experience di Roma ed erano accompagnati da quattro operatori della Baobab.