Luigi de Magistris: “Consiglio comunale non avvenuto? Non c’erano delibere importanti”

285
Luigi de Magistris: “Consiglio comunale non avvenuto? Non c'erano delibere importanti”

Luigi de Magistris: il sindaco ha parlato a Radio CRC del Consiglio comunale saltato per mancanza del numero legale. Sulla scorta a Liliana Segre: “Napoli, da sempre e per sempre città anti fascista”.

In diretta a ‘Barba&Capelli’, trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio CRC, è intervenuto Luigi De Magistris, sindaco di Napoli. Dal punto di vista politico, spicca la notizia del Consiglio comunale (previsto il 6 novembre) saltato per mancanza del numero legale. La maggioranza era assente, mentre le opposizioni hanno depositato all’Ufficio di presidenza la mozione di sfiducia al primo cittadino.

De Magistris minimizza l’accaduto: “La riunione non avvenuta? Un consigliere che è in ritardo è grave, ma è molto più grave uno che attende fori a bere il caffè -dichiara de Magistris- Non c’erano delibere importanti. Quello importante sarà il prossimo, quello del 22 novembre, per appoggiare il bilancio. Sono molto convinto che la maggioranza sarà compatta per risolvere la maggior parte dei problemi della città. Da qui al 22 farò delle azioni importanti per quanto riguarda la Giunta, per rendere più efficace il lavoro amministrativo”.Luigi de Magistris: “Consiglio comunale non avvenuto? Non c'erano delibere importanti” Argomento di attualità è l’assegnazione della scorta alla Senatrice a vita Liliana Segre, superstite di Auschwitz e attiva testimone della Shoah italiana che ha ricevuto numerose minacce: “Napoli anti fascista, ora, all’ora e per sempre -afferma de Magistris con orgoglio- Non possiamo permetterci che la gente perda la memoria. La Segre è una testimone ancora vivente dell’olocausto. Bisogna sollevarsi e comprendere che quando inciti continuamente all’odio razziale, non sono le parole che il vento passa via, ma entrano nella testa e stimolano gli istinti negativi che sono in tutti gli esseri umani. E’ il sistema delle disuguaglianze che ha reso il Mondo così orribile. Una donna scortata a 90 anni è un’immagine che fa male a nostro paese”.

Nella giornata di ieri, il sindaco ha incontrato il premier Giuseppe Conte, con cui ha parlato tra l’altro della vertenza Whirlpool: “Napoli non può accettare una chiusura in questi termini da parte di un’azienda che ha firmato un accordo -sottolinea il sindaco- Il Presidente del Consiglio mi ha molto rassicurato, affermando che, assieme al Governo, seguirà in maniera assidua questa vicenda, cercando una risoluzione. L’azienda ha preso un tempo adeguato per riprendere le trattative. Tempo in cui scelte unilaterali non ci saranno, se non si porranno delle idee innovative. Questa potrà essere l’unica via d’uscita. Abbiamo concluso l’incontro con l’idea di stabilire un tavolo”.Luigi de Magistris: “Consiglio comunale non avvenuto? Non c'erano delibere importanti” Per quanto riguarda Tangenziale, “lo stesso giorno siamo stati al MIT, in cui abbiamo presentato la nostra totale disapprovazione e siamo stati sostenuti dalla Ministra De Micheli.

Tangenziale deve sospendere il pedaggio fino a che i problemi non saranno risolti. La città ha manutenuto una posizione ferma, assieme al Governo. Abbiamo subito e siam parti lese di un comportamento danneggiabile. Metteremo in campo tutte le nostre potenzialità per tutelare la città”.