Anm evita il fallimento, il Tribunale dice sì al concordato preventivo

300
Anm evita il fallimento, il Tribunale dice sì al concordato preventivo

Luigi de Magistris: “Siamo passati dal fallimento alla salvezza dell’azienda in appena sei mesi”. Pascale, Anm: “garantire il prolungamento serale delle funicolari e della Linea 1 della metropolitana, rafforzare il trasporto su gomma con l’ingresso in servizio dei 56 nuovi bus”.

Il Tribunale di Napoli ha ammesso al concordato preventivo l’Anm (Azienda napoletana mobilità). A darne notizia è stato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine di un convegno a Palazzo San Giacomo. ”E’ davvero una notizia lieta per Napoli – ha detto – Siamo molto soddisfatti per come il Tribunale di Napoli ha trattato questa vicenda così delicata. E’ un risultato frutto di un grande lavoro di squadra grazie al quale siamo riusciti a passare in appena sei mesi dal quasi certo e conclamato fallimento di Anm alla salvezza dell’azienda”.

La soddisfazione di de Magistris

De Magistris, nel rivolgere ”un ringraziamento” a tutti quelli che hanno lavorato per ottenere questo risultato ”dal Comune ad Anm alla Holding”, ha evidenziato che ”ora Anm deve dimostrare di non essere solo un’azienda salvata che garantisce posti di lavoro ma anche un’azienda che deve garantire migliore qualità dei servizi. Certo – ha aggiunto – questo non può avvenire dall’oggi al domani ma già dalla fine di quest’anno noi ci attendiamo uno scatto di orgoglio e di forza da parte dell’azienda che abbiamo salvato e mantenuto in mano pubblica quando non ci credeva più nessuno”.

Nicola Pascale Amministratore Unico ANM su esito positivo concordato

Siamo soddisfatti e orgogliosi della decisione del Tribunale di Napoli che ha aperto la procedura di Anm. E’ un primo passo, che conferma l’efficacia delle misure messe in campo in questi mesi da tutto il gruppo di lavoro dell’azienda per salvare il trasporto pubblico a Napoli e continuare a garantire il servizio pubblico.

Ora si apre una fase di trattativa diretta con i creditori, con la consapevolezza che la strada per uscire dalla crisi è segnata in maniera positiva. Ma l’Anm avrà sempre come obiettivo primario il servizio ai cittadini, per questo in questi mesi, e ancora oggi, siamo impegnati ai tavoli di trattative con i sindacati per garantire il prolungamento serale delle funicolari e della Linea 1 della metropolitana, dopo aver rafforzato il trasporto su gomma con l’ingresso in servizio dei 56 nuovi bus.

Risanamento e miglioramento del servizio procederanno in parallelo, da oggi con una spinta in più dopo l’apprezzamento della magistratura per il nostro lavoro”.