Presidente D’Amelio: “Orgogliosa di Legge Sociologia del Territorio

814

La Presidente Rosa D’Amelio, in conferenza stampa, ha dichiarato: “Orgogliosa che il Consiglio regionale della Campania abbia approvato all’unanimità la legge regionale istitutiva del servizio di sociologia del territorio.

“Sono molto soddisfatta ed orgogliosa che il Consiglio regionale della Campania abbia approvato all’unanimità la legge regionale istitutiva del servizio di sociologia del territorio conquistando un importante primato in Italia nella istituzionalizzazione di una figura professionale fondamentale”. E’ quanto ha affermato la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Rosa D’Amelio, nella conferenza stampa tenuta nella sede consiliare insieme con il Presidente della VI Commissione consiliare permanente Tommaso Amabile, il vice presidente della Commissione Carlo Iannace e il Presidente dell’Associazione Nazionale Sociologi Dipartimento Campania Antonio Sposito. La legge regionale n. 13 del 22 maggio 2017, ‘Istituzione del Servizio di Sociologia del Territorio della Regione Campania”, approvata dal Consiglio il 2 maggio scorso,  vede come prima firmataria la Presidente dell’Assemblea legislativa campana, che ha spiegato: “essa rappresenta un importante strumento per il consolidamento del sistema regionale integrato degli interventi e dei servizi sociali basato sui piani di zona di ambito territoriale, previsti dalla legge regionale n. 11/2007 per la dignità e la cittadinanza sociale”, di cui la Presidente D’Amelio è stata firmataria da assessore regionale alle politiche sociali, dando così attuazione alla legge nazionale n. 328/2000 in materia.  “Questa legge valorizza il ruolo del sociologo nel sistema integrato di interventi e servizi sociali sottolineando l’importanza di una figura professionale che è fondamentale anche in altri settori come l’ambiente e l’urbanistica” – ha evidenziato D’Amelio. Soddisfazione per il significativo lavoro svolto dalla Commissione e dal Consiglio è stata espressa anche dai consiglieri Amabile e Iannace, entrambi firmatari della proposta di legge. “L’approvazione della legge è stato un atto importante e doveroso da parte del Consiglio regionale – ha sottolineato il presidente della VI Commissione – che è andato a colmare un vulnus istituendo all’interno dei Piani di zona la figura e la professionalità del sociologo per fornire una risposta qualificata e completa ai bisogni sociali e a fenomeni sociali emergenziali come quelli del bullismo e dello stalking”. “Il sociologo è un mediatore sociale che ha una funzione fondamentale nel prevenire e nel dirimere conflitti sociali e per contribuire al miglioramento del politiche sul piano sociale, è una figura che merita una maggiore valorizzazione” – ha sottolineato Sposito, che ha concluso: “questa legge regionale, che vede la Campania prima in Italia, è un importante strumento ed un importante passo in questa direzione”.