lunedì, Luglio 22, 2024

Pio Monte della Misericordia, presentato il progetto “Mater Matuta”

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Presentato alla stampa il progetto “Mater Matuta”, in collaborazione con il Museo Campano di Capua, per salvaguardare e promuovere la collezione delle Matres Matutae, presenti in questo stesso museo.

di Carlo Farina – La scelta di mettere in dialogo, idealmente, la statua di Mater Matuta del Museo Campano di Capua con il Pio Monte della Misericordia ha un significato importante e ben preciso. Sede di una pia istituzione laicale, espressione dell’ideologia della Controriforma, questa chiesa Seicentesca a pianta ottagonale coperta da una cupola a sesto acuto, custodisce uno dei più grandi e prestigiosi capolavori di Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, Le sette opere di misericordia corporale, che il celebre ed irrequieto artista realizzò fra il 1606 e il 1607, durante il suo soggiorno a Napoli. Ed è proprio questa raffigurazione della Madonna presente nell’opera del Caravaggio, a stimolare questo immaginario “dialogo” con le “Matres Matutae”. Caravaggio-Pio Monte della MisericordiaUn’occasione unica e un simpatico pretesto mirato per diffondere la conoscenza di questi due particolari soggetti presenti a Napoli e a Capua, Città delle Madri. Una viva collaborazione dunque tra le due città campane, ideata dall’artista Roberto Branco, che nasce da un progetto denominato Mater Parade e Mater Tour, che si prefigge lo scopo di promuovere iniziative turistiche innovative, con finalità di carattere sociale. L’evento presente a Napoli (il 4, 5, 25 marzo e il 2 aprile) nella chiesa del Pio Monte della Misericordia, prevede lo spettacolo “Mater Madonna Misericordia” che si articola sostanzialmente su tre momenti fondamentali: la rievocazione della danza sacra della dea Mater Matuta, il canto a Maria (con l’Ave Maria di Caccini e Schubert) e la danza di devozione alla Vergine. Tra momenti di suggestiva atmosfera che, attraverso canti e suoni, vuole offrire ai partecipanti un’esperienza di grande misticismo e di forte dialogo culturale per celebrare la figura della Vergine della Misericordia. Cosi come ha sottolineato il Soprintendente del Pio Monte della Misericordia, Cav. Lav. Alessandro Pasca di Magliano che, nel suo intervento in conferenza stampa, nell’elogiare tale iniziativa ha aggiunto: “abbiano inteso svolgere un’opera, per noi nuova, di “aiuto” alla crescita di un sito, peraltro molto significativo per la storia del territorio, e con essa stimolare nuove occasioni di lavoro per i giovani laureati in Beni Culturali, (…) perché è l’arte che si fa ambasciatrice per promuovere luoghi e generare occasioni di benessere sociale, funzione a cui questo Pio Monte ha sempre dato molto rilievo”. Pertanto l’evento prevede un biglietto unico di 15.00 euro che darà la possibilità al fruitore di partecipare allo spettacolo citato precedentemente a Napoli integrato dalla visita alla vicina cittadina di Capua.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie