Ospedale Pausillipon. “Le Ali di Gianandrea”: il sorriso per un bambino è la miglior terapia

0
5089
Ospedale Pausillipon.

di Maria Sordino – In questi giorni si svolge presso il Tennis Club Vanna in Via Gabriele Jannelli 218, il 3* Open Nazionale maschile e femminile di Tennis.

Oltre 150 iscritti al Vanna, efficientemente organizzati dalla struttura dei fratelli Vigliotti , dal direttore del torneo Simone Artina e dagli ufficiali di gara Gat2 Pasquale Esposito e Gat1 Lucio Schiavone. Torneo che mira a coinvolgere i ragazzi e a sensibilizzare gli animi sulla questione sociale della ricerca contro le malattie oncologiche ed ematologiche infantili.

Il torneo, dedicato alla famiglia Donnarumma, ha il fine di sostenere l’associazione ONLUS CARMINE GALLO con il progetto “Le Ali di Gianandrea”.

L’Associazione Carmine Gallo opera presso il Pausillipon dal 1990, anno in cui si è costituita, quando alcuni genitori, facendo tesoro della propria esperienza, pensarono che, unendosi, avrebbero potuto ottenere miglioramenti per le cure e la degenza dei propri figli.

Sono gli stessi desideri che animano “Le Ali di Gianandrea”, nata dalla volontà dei genitori di Gianandrea di dare un senso “positivo” all’esperienza dolorosa vissuta, continuando a sostenere i ragazzi affetti da patologie oncologiche e lavorando insieme agli altri genitori dell’associazione “Carmine Gallo” onlus.

Il progetto, sempre attivo, di largo respiro, si pone l’obiettivo generale di migliorare le cure e le possibilità di guarigione dei piccoli pazienti, attraverso la realizzazione dei loro desideri, ma anche attraverso un’approfondita formazione professionale e un costante aggiornamento del personale medico e infermieristico.

Tra le iniziative portate avanti, il perfezionamento di un Dirigente medico Ortopedico dell’Azienda Pausillipon con uno stage formativo presso l’ospedale “Rizzoli” di Bologna e l’apertura, il 22 febbraio 2016, di un ambulatorio di Patologia Oncologica Ortopedica, presso il reparto di Ortopedia Pediatrica dell’ospedale Santobono.

Non solo. La cura della formazione del personale medico e paramedico è stata affiancata a una serie di attività, a favore dei “desideri assopiti” dei bambini affetti da gravi patologie oncologiche ed ematologiche, provando a realizzare i loro sogni, perché potessero ritrovare la voglia di vivere e divertirsi.

Quando lo spegnersi di ogni desiderio di vita e di speranza nell’affrontare le difficoltà e i continui ostacoli che si trovano lungo il cammino di cura, diventa esso stesso ostacolo alla guarigione, è proprio allora che “Il sorriso può essere la miglior terapia”.

I SOGNI REALIZZATI ed I DESIDERI DEI BAMBINI:

  • Il sogno di Gianandrea di volare sul Golfo di Napoli
  • Il sogno di Nicoletta di vivere “un giorno da principessa”
  • Il desiderio di Rosario di avere un i-Phone
  • Il desiderio di Giuseppe di avere la sua prima bicicletta
  • Il sogno di Silvestro di andare a Disneyland Paris

IL DESIDERIO DEI BAMBINI E DEI LORO GENITORI:

In udienza da Papa Francesco (20/02/2016)

IL DESIDERIO DI TUTTI I GENITORI:

Vedere negli occhi dei propri figli la voglia di vivere.

Infine, un invito per tutti: affinché le cure vengano migliorate è necessario investire nella Ricerca clinica e scientifica, attivando borse di studio con il duplice scopo di trovare terapie sempre più individualizzate e meno distruttive e offrire possibilità di lavoro a giovani ricercatori napoletani troppo spesso costretti ad allontanarsi in altri stati.

Per sostenere il progetto “Le Ali di Gianandrea” contribuendo alla formazione degli operatori sanitari, al miglioramento degli ospedali napoletani e alla realizzazione dei sogni dei piccoli pazienti:

INFO E CONTATTI:

  • Fiorella di Fiore Donnarumma
  • Genitore referente del progetto “Le Ali di Gianandrea”
  • Cell: 3477835938
  • Associazione Carmine Gallo Onlus
  • Via Posillipo, 226
  • Telefoni: 081 5754268 / 366 6422367
  • www.associazionecarminegallo.na.it
  • mail: info@associazionecarminegallo.na.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here