Olimpiadi: show del Setterosa, Russia-Italia 9-12, è finale!

1049

di Antonella Amato – Show del Setterosa che conquista la finale olimpica a dodici anni di distanza dall’oro di Atene 2004. Cinque reti della Garibotti schiantano una Russia che era partita forte fino al 2-0. Poi due break di quattro reti hanno portato il Setterosa sul 4-2 e poi sull’8-4. Paura nell’ultimo tempo quando la Grineva ha riaperto le ostilità a due minuti dal termine riportando le compagne sul meno due. Il rigore della Bianconi e il super gol della Queirolo da centrovasca hanno chiuso le ostilità e aprono le porte al sogno. Ora attesa per l’altra semifinale Usa-Ungheria, campionesse del mondo e olimpiche contro campionesse europee, che deciderà l’altra finalista olimpica. Per la Federazione Italiana Nuoto una medaglia sicura che la portano a 7 metalli superando le edizioni storiche di Sydney 2000 (tre ori, un argento e due bronzi) e Monaco 1972 (un oro, due argenti e tre bronzi) e per la prima volta nella sua storia, inoltre, si va a medaglia in quattro discipline olimpiche.

IL CT FABIO CONTI. “E’ il sogno di ogni atleta ed ogni tecnico arrivare nella propria carriera a giocarsi la finale olimpica. Festeggeremo per un quarto d’ora e poi testa bassa per giocarsi la sesta finale di questa edizione di Rio. Sarà la mia 200esima partita in panchina e per questo ringrazio tutte le ragazze che mi hanno regalato qualcosa di straordinario, grazie ad una prestazione di qualità. Sapevamo che la Russia non sarebbe stata quella incontrata la settimana scorsa. Abbiamo gestito bene la pressione dopo il loro doppio vantaggio iniziale, e siamo tornati bene nel punteggio dominando alcune fasi di gioco. Ho preferito impostare più una gara accorta che sfruttare l’attacco spumeggiante, e la mia difesa mi ha premiato considerando che le russe hanno segna in extraplayer solo nel quarto tempo. La dedica è a tutti quelli che ci scrivono e soprattutto ai bambini e lo staff dell’ospedale Gemelli di Roma, che abbiamo visitato prima della partenza, e che sentiamo vicini particolarmente”.

L’ultimo minuto è pura goduria con la Queirolo che si iscrive a referto concludendo da centrovasca il destro che mette konch out le avversarie e fa saltare tutti sulla panchina. Il tabellino si chiude con la rete della Soboleva da lontano per il 9-12 che firma il primo centro personale e beffa la Teani appena entrata in porta.

I PRECEDENTI –  Lo scorso 13 agosto l’Italia travolge la Russia 10-5, vince il girone A di Rio e approda ai quarti di finale. Due i precedenti olimpici: a Pechino 2008 il Setterosa si impose 9-8 piazzandosi poi sesto, mentre a Londra 2012 vinse la Russia 7-4 con le azzurre poi settime. Prima delle olimpiadi carioca sono tre gli incontri internazionali e altrettante vittorie azzurre: alle superfinal di Shanghai lo scorso giugno l’Italia vinse 9-8 nel girone e 10-8 nella finale del quinto posto. L’altro precedente risale al 25 marzo con la doppietta di capitan Di Mario che regala il 6-2 finale per il punteggio pieno nel gruppo B, del preolimpico di Gouda in Olanda. Torneo che poi premierà entrambe le squadre con l’Italia che vinse 8-7 contro il Canada e la Russia 13-12 la Grecia dopo i rigori. Le Russe hanno vinto un bronzo olimpico nella prima edizione a Sydney 2000, quattro bronzi mondiali (uktimo a Shanghai 2011) e tre ori europei.