San Giorgio del Sannio, scoperta casa a luci rosse: 50 euro per una prestazione

626
San Giorgio del Sannio, scoperta casa a luci rosse: 50 euro per una prestazione

San Giorgio del Sannio: Scoperta e sequestrata casa a luci rosse. Gli annunci erano disponibili su un sito on line e già telefonicamente si pattuivano le prestazioni sessuali.

I Carabinieri di San Giorgio del Sannio in seguito ad indagini hanno scoperto e sequestrato una casa a luci rosse in pieno centro cittadino. Era da giorni che avevano sotto stretta osservazione un appartamento di Via Roma al civico 67. Erano anomali gli stani movimento di uomini e giovani donne che da giorni interessavano il suddetto palazzo.

San Giorgio del Sannio, scoperta casa a luci rosse: 50 euro per una prestazione

I primi accertamenti documentali effettivamente riscontravano le primi intuizioni operative in quanto nel predetto palazzo, un appartamento era stato regolarmente preso in fitto da una cittadina domenicana con precedenti per sfruttamento della prostituzione alcuni dei quali commessi a ad Aiello del Sabato in provincia di Avellino.

Nei giorni scorsi scattano i controlli e nell’appartamento vengono identificate due donne, dell’84 e dell’87, entrambe originarie della Repubblica Domenicana.  Nel corso dei giorni di osservazione sono stati identificati anche dei clienti che convocati dai Carabinieri di San Giorgio del Sannio hanno ammesso di aver consumato rapporti sessuali all’interno del predetto appartamento con diverse donne previo pagamento di cospicue somme di denaro.

Gli annunci erano disponibili on line, su Bakecaincontri e già telefonicamente si pattuivano le prestazioni sessuali che avevano un costo approssimativo di minimo cinquanta euro.

L’appartamento è stato sequestrato, sono in corso ulteriori accertamenti da parte dei Carabinieri di San Giorgio del Sannio per verificare eventuali responsabilità della proprietà dell’immobile e di coloro che gestivano la casa d’appuntamento. Allo stato le indagate per sfruttamento della prostituzione sono due donne domenicane che hanno già fatto parziali ammissioni sulle loro responsabilità nel giro di prostituzione scoperto.